Mark II: l'auto alimentata a Mentos e Coca Cola (video)

coca_mentos

Mischiare mentos e Coca Cola per far schizzare la bottiglia è un esperimento che molti bambini hanno fatto in prima persona. Ma due scienziati di EepyBird, sono andati oltre, fino a sfruttare questa reazione per alimentare una delle automobili.

Dopo anni e anni di esperimenti, i due geniali inventori di questo nuovo carburante con le bollicine, Fritz Grobe e Stephen Voltz, sono finalmente riusciti a far muovere l'auto. Tuttavia, per farlo hanno utilizzato 54 bottiglie di Coca Cola Zero e ben 324 caramelle Mentos.

L'auto sui cui è stata testata la sostanza è la Mark II, piccola, leggera e molto più veloce rispetto alla precedente, la Mark I, su cui in passato erano stati condotti esperimenti simili. L'auto funziona attraverso un meccanismo a pistone. Un lunga asta orizzontale, che misura circa un metro e ottanta è collegata attraverso vari tubi alle bottiglia di Coca Cola Zero. Quando la caramella Mentos viene lasciata cadere nella Coca, la pressione cerca di spingere l'asta fuori dal tubo. Con 54 barre in grado di spingere tutte insieme, si genera una certa potenza, che basta a far muovere l'auto.

Girato a Oxford, nel Maine all'interno dell'Oxford Plains Speedway, l'esperimento è stato reso possibile grazie ad alcune componenti ad hoc dell'S&T Productions, che in parte ha realizzato il telaio dell'auto e i pedali. Ma i due inventori invitano a non ripetere l'esperimento a casa, indicando anche quali sono le prove che possiamo fare per divertirci senza farci male.

Certo, non è pensabile in alternativa ai nostri carburanti, visto la quantità di “materia prima” che serve ma aiuta sicuramente a far riflettere. Se riusciamo a produrre energia attraverso una bevanda e una caramella, oltre a chiederci cosa ci sia in questi alimenti che assumiamo, potremmo sicuramente riuscire a trovare qualcos'altro che ci liberi dalla schiavitù della benzina. A maggior ragione visto che il nuovo Decreto Salva Italia ha fatto schizzare alle stelle il prezzo del carburante.

Meglio se a schizzare sia la schiuma della Coca Cola, non credete?

Francesca Mancuso