wireditalia

Strano destino, quello della DeLorean. Creata negli anni 70 dall'imprenditore John DeLorean, viene ricordata come uno degli esempi di fallimento per una Casa automobilistica. Eppure, la sua doppia immagine ne fa una delle auto cult del cinema. Chi non ricorda la DMC-12 utilizzata come “macchina del tempo” nella trilogia di “Ritorno al futuro”?

Oggi, lo stesso modello conosce una seconda giovinezza tecnologica. Merito di un team tutto italiano di appassionati della mobilità sostenibile, che nei prossimi giorni darà vita a un raid Milano – Roma a bordo di una DeLorean DMC-12 a propulsione elettrica.

Wired Electric Race. Un “giro d'Italia” in elettrico

Innanzitutto, i protagonisti. L'impresa porta tre firme: quella di Wired Italia, quella di eCars-Now! Italy (community open source che si occupa della trasformazione delle auto dalla combustione interna alla trazione elettrica), e dell'Enel, che seguirà lo staff del viaggio Milano – Roma con un veicolo d'appoggio per garantire il “pronto intervento” tecnico (una sorta di “laboratorio” dello scienziato Doc di Ritorno al futuro, per intenderci).

L'equipaggio della DeLorean elettrica sarà formato da Roberto Vezzi (nella vita di tutti i giorni, fra le mille attività nelle quali è impegnato, titolare di Eve Electro Vehicles Europe e fondatore di eCars-Now! Italy), e dal blogger Matteo Bordone.

I due, a bordo della DeLorean a zero emissioni, daranno vita alla prima Wired Electric Race a emissioni zero. Il viaggio partirà da Milano il prossimo 25 ottobre (a 25 annie satti dall'uscita nei cinema italiani di “Ritorno al futuro”), per concludersi a Roma il 28, giorno nel quale si aprirà il Festival Internazionale del Film di Roma, una kermesse che, con questo elemento, quest'anno si annuncia anch'essa eco friendly.

In mezzo ci sarà un tour che attraverserà Piacenza, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Pisa, Grosseto, Capalbio e Civitavecchia, con l'obiettivo dichiarato di dimostrare come la mobilità elettrica sia arrivata a un livello tecnologico tale da garantire alle vetture dei viaggi di un certo impegno. La vettura, concluso il viaggio, resterà in esposizione presso l'ingresso dell'Auditorium di Roma fino al prossimo 3 novembre.

Truck_Ritorno__al_futuro

Ogni fase della preparazione della vettura viene raccontata per filo e per segno sul sito Web www.electricrace.it, dove nei prossimi giorni saranno inserite anche le fasi del viaggio.

“Quella della trilogia”, com'era: andava anche a plutonio...

La DeLorean DMC-12 utilizzata per i tre film del ciclo di “Ritorno al futuro” racchiudeva, nella finzione, tanti e tali apparecchi da farla sembrare... attuale adesso. Intanto l'alimentazione (che nel primo dei tre film era a plutonio, ma poi divenne “A generatore di fusione che dà energia ai tempo – circuiti e al flusso canalizzatore, anche se il motore a combustione interna c'è sempre, e va sempre a benzina”). Poi gli 1,21 Gigawatt necessari per far viaggiare la vettura nel tempo, e che venivano generati da una pila atomica. Al plutonio, appunto. Senza dimenticare la spazzatura da inserire nel generatore. Insomma: un'auto frutto della fantasia degli sceneggiatori che, però, a parte la faccenda del plutonio, può avere una vaga somiglianza con la mobilità sostenibile secondo il concetto con il quale la intendiamo ora.

Piergiorgio Pescarolo



 

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram