peugeot-ion_3

Il Leone è diventato elettrico. Al Salone di Parigi 2010, che si aprirà a inizio ottobre, sarà mostrata in anteprima - e a due mesi dal lancio commerciale previsto in Francia a dicembre - la Peugeot iOn, prima auto elettrica di ultima generazione della Casa del Leone, già esposta in veste di concept al Salone di Francoforte 2009.

 

 

La iOn, frutto di un progetto comune con la Citroen C-Zero e la capostipite Mitsubishi i-MiEV (da noi provata in anteprima nei mesi scorsi), è una “compatta” ideale per la mobilità urbana e caratterizzata dalla trazione a motore elettrico alimentato da batterie al litio.

Non si tratta, per la Peugeot, di una première in senso stretto: già a metà degli anni '90 aveva esordito nel campo delle vetture a zero emissioni con la Peugeot 106. Da allora, tuttavia, la tecnologia si è evoluta; e, al posto delle ingombranti batterie, ora troviamo degli accumulatori al litio più “snelli” e più efficienti in termini di durata e di autonomia.

La iOn, che misura 3,48 metri di lunghezza per 1,47 di larghezza e un “passo” di 2,55 metri, è una “monovolume” da 4 posti e cinque porte. Equipaggiata con un motore elettrico da 64 CV, 180 Nm di coppia e capace di fare raggiungere alla vettura una velocità massima di 130 km/h, riceve l'energia da una batteria da 16 kWh e 330V di tensione, che trova posto sotto i sedili posteriori (nella zona generalmente riservata al serbatoio del carburante) e nella parte anteriore della vettura.

peugeot-ion_4

L'autonomia massima è di 130 km. Per una ricarica totale, sono necessarie sei ore (a una comune “presa” domestica da 220V), oppure mezz'ora da una colonnina per la ricarica “rapida”, che rifornisce la batteria all'80%.

In Italia, la rete delle infrastrutture per la mobilità delle “elettriche” del Gruppo PSA Peugeot – Citroen viene attuata, come abbiamo visto nei mesi scorsi, in collaborazione con la Sorgenia.

peugeot-ion_7

Per l'acquisto di un esemplare della iOn, si dovrà parlare di... affitto. Per questa vettura, infatti, la Citroen ha dato il via a una formula di contratto mensile, “tutto compreso”, che in Francia costerà 499 euro al mese, per 5 anni o 50mila km, più 5 mila euro da versare al momento della stipula del contratto, che potranno essere detratti da eventuali incentivi. Il totale fa circa 35mila euro (o 30mila con i bonus). Grosso modo, la stessa cifra richiesta per la i-MiEV (proposta a 29790 euro in Francia con gli incentivi) e la C-Zero (35960 euro “al lordo” dei bonus) e che, in più, coprirà le spese di manutenzione, la garanzia della batteria e un piano di assistenza specifica.

Piergiorgio Pescarolo


geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram