kia-electric-pop-concept_1

Un abitacolo da tre posti racchiuso sotto una carrozzeria che è un deciso esercizio di stile. E la trazione elettrica, ormai un must al quale attingono sempre più costruttori nella presentazione dei prototipi. È, a grandi linee, il concetto – base al quale la Kia ha fatto riferimento per lo sviluppo della Pop, studio per una citycar che sarà presentata all'inizio di ottobre al Salone di Parigi e che, in questi giorni, è stata anticipata con delle immagini in anteprima.

Si tratta, per inciso, di una proposta destinata a far parlare di sé. Non tanto per la scelta della propulsione a zero emissioni, diventata una necessità per le Case che presentano le proprie novità, quanto per la decisione di accompagnare la mobilità sostenibile a un aspetto particolarmente ricercato per le forme, esterne e interne, della concept.

Una citycar da 3 metri e a motore elettrico

Gli ingredienti per lo studio della Pop sono gli stessi già sviscerati da altri costruttori. In primis: Smart, con la Electric Drive, versione elettrica della popolare “due posti”; Toyota, che al Salone di Detroit 2009 aveva presentato la FT-EV, in pratica una iQ a zero emissioni; ma anche Volkswagen, che per i prossimi anni realizzerà una “baby” Up!, a motore elettrico.

Dunque, una vetturetta da città che misura sui 3 metri di lunghezza (a metà strada fra la Renault Twizy, la citycar elettrica del marchio francese, e la stessa Up!, che misurano 2,40 metri; e le già sviluppate Peugeot iOn, Citroen C-Zero e la “gemella” giapponese Mitsubishi MiEV, che misurano 3,40 metri).

Un... concetto di auto da città creato per stupire

O, almeno, pensiamo che sarà così. In effetti, se si osservano le linee della Pop, ci si domanda se con questa concept il Centro Stile della Kia abbia voluto creare un esercizio di design, una provocazione, una innovazione. O tutti e tre questi aspetti insieme, sommati alla volontà di dare il via a uno sviluppo di vettura eco friendly che sia in grado di strizzare l'occhio al design.

Fanaleria anteriore dal curioso profilo a boomerang, la vistosa finestratura laterale “a ellisse”, quattro grandi ruote che contribuiscono a dare alla vettura un'impressione di stabilità; un tetto in cristallo che aiuta a dare luminosità, e dunque a far sembrare meno “angusto” l'abitacolo. Che, anch'esso, presenta la sua bella particolarità: un divanetto unico – e profilato – studiato per ospitare tre persone: il conducente e due passeggeri.

Tutto contribuisce, almeno sulla carta, a dare un'immagine anticonformista alla Pop. Per saperne di più, e per conoscere eventuali chiarimenti su un suo futuro commerciale, non resta che attendere il 2 ottobre, giorno dell'apertura al pubblico del Salone di Parigi 2010.

Piergiorgio Pescarolo

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram