piazza-cadorna
Auto elettriche e bici a pedalata assistita, tutte in affitto secondo un programma “a tempo”, simile al bike-sharing e a disposizione dei pendolari di Milano che potranno così circolare in centro comodamente e senza inquinare. Il programma di noleggio, reso noto in questi giorni dalla Regione Lombardia vedrà come “centro nevralgico” la stazione delle Ferrovie Nord di piazzale Cadorna, dove sarà allestito un parcheggio per auto e quadricicli elettrici che potranno essere utilizzati dai cittadini che arrivano con il treno.

Secondo quanto spiegato dai dirigenti regionali ai Trasporti, il progetto – già in fase di attuazione – è atteso al “via” a dicembre. Come dire: giusto in tempo per la corsa ai regali di Natale, che quest'anno si annuncia, dunque, anche più... green. Insieme a questo programma, proseguirà il BikeMi, piano di noleggio di biciclette.

Con una tessera e una carta di credito, tutti “elettrificati”

Come funzionerà il progetto? Detta in soldoni, esattamente come il noleggio delle “due ruote a pedali”. Per l'affitto del mezzo, infatti, bisognerà possedere una carta di credito e una tessera nominale.

L'assessore: premiamo i comportamenti virtuosi

Dagli uffici del Pirellone, il responsabile regionale dei Trasporti punta il dito sulla necessità di creare un piano articolato di mobilità sostenibile: “Finora, a Milano l'unico metodo utilizzato per la diminuzione dell'inquinamento è stato l'ecopass”, osserva Cattaneo, riferendosi al discusso provvedimento entrato in vigore lo scorso 1 giugno, e tornato dopo la pausa estiva. L'idea dalla quale è partita la Regione Lombardia dunque, è, già nella sostanza, diversa dall'Ecopass. Se, infatti, nell'obbligo di pagamento di 5 euro per il transito ai Diesel Euro 4 e ai mezzi commerciali Euro 5 senza filtro antiparticolato sono insiti concetti quali “divieto” e “obbligo”, nel progetto regionale “treno Ferrovie Nord + auto elettrica” si preferisce guardare all'incentivo: La nostra idea è la valorizzazione dei comportamenti virtuosi – sottolinea Raffaele Cattaneo, assessore regionale ai trasporti – Senza entrare in polemica con le scelte operate dal Comune di Milano, tengo a sottolineare che l'iniziativa regionale è totalmente diversa. A mio avviso, sono da preferire i progetti che tengano conto dell'incentivo del trasporto pubblico o di veicoli a zero emissioni, che possono essere a due ruote, come le biciclette a pedalata assistita di BikeMi, o addirittura autoveicoli”.

Vietato vietare”? In un certo senso

Spiegato in questo modo, il progetto della Regione Lombardia potrebbe essere un parente, alla lontana, del “Vietato vietare” di sessantottiana memoria. Tuttavia, puntualizza lo stesso Raffaele Cattaneo, “Preferiamo parlare di incentivo all'utilizzo di veicoli a zero emissioni, favorirne la conoscenza, aiutare i cittadini a muoversi attraverso di essi in centro, anziché attuare dei blocchi alla circolazione, chiudere le strade, impedire il transito, ostacolare”.

Piergiorgio Pescarolo


 

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram