Auto elettrica, quanto mi costi? Ecco i paesi in cui sono più economiche di diesel e benzina

Auto elettriche costi

Quanto costa un’auto elettrica? Quanto costa gestirla? E, a parità di condizioni, qual è il costo di possesso in Italia? Tenta di rispondere anche quest’anno LeasePlan nel suo Car Cost Index 2018, dal quale emerge che le auto elettriche stanno sì diventando economicamente sempre più accessibili, ma in Italia la differenza rispetto a benzina e diesel resta ancora importante.

Il Car Cost Index di LeasePlan, una società specializzata nel noleggio a lungo termine e nella gestione delle flotte aziendali, altro non è che un’analisi del costo di proprietà dei veicoli nel segmento delle auto di piccole e medie dimensioni (segmento B/C) in 21 paesi europei e include tutti i costi che devono essere sostenuti dagli automobilisti in ogni paese, compresi carburante, ammortamento, imposte, assicurazione e manutenzione.

I 21 paesi inclusi nell’indice Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Regno Unito. Mentre i modelli di auto inclusi nell’analisi sono: BMW i3, Ford Focus / Focus Electric, Hyundai Ioniq, Nissan Leaf, Opel / Vauxhall Corsa, Renault Clio, Renault Zoe, Smart Fortwo, VW Golf / e-Golf e VW Polo. I costi del carburante si basano sui dati relativi al consumo di carburante del produttore.

Quel che emerge in prima battuta è che l’Italia ha il costo di possesso auto più elevato in tutta Europa: 761 euro al mese, valore frutto della media tra le alimentazioni benzina, diesel ed elettrico. Tra le tre categorie, inoltre, considerate la più cara in assoluto è quella che garantisce i rifornimenti più economici: benzina a 667 euro al mese, diesel 628 euro, elettrico a 986 euro.

costi mensilicompetitive

Inoltre, in rapporto al PIL pro capite, gli automobilisti belgi, finlandesi e italiani devono sostenere il costo di proprietà più elevato, mentre i cittadini di Irlanda, Polonia e Svizzera, quello più basso. I costi delle motorizzazioni elettriche variano moltissimo in tutta Europa: se in Ungheria sono i più bassi (qui il costo medio mensile è di 597 €), in Italia, al contrario, il costo medio mensile è di € 986, il che rende il posto più costoso per guidare un veicolo elettrico.

Quel che emerge, inoltre, è che la Norvegia è l’unico paese in cui il costo medio complessivo per possedere un veicolo elettrico (€ 670 al mese) è inferiore al costo sia di una macchina a benzina (€ 731) che di una diesel (€ 722), risultando quindi il paese più costoso per guidare un’auto alimentata tradizionalmente, e che nei Paesi Bassi, le auto elettriche sono più economiche del diesel.

I proprietari di veicoli elettrici pagano più tasse?

Ahinoi è ancora così: il proprietario medio di un’autovettura elettrica paga 131 € al mese in tasse stradali e IVA (a causa dei maggiori prezzi di acquisto), anche se si fanno notevoli risparmi sul carburante, spendendo in media 39 € al mese in elettricità, rispetto a 110 € al mese necessari per la benzina e 78 € al mese per il diesel.

procapite

Infine, la Romania risulta essere il posto più economico per guidare una macchina a benzina: qui il costo totale mensile per possedere un’auto a benzina è di 353 € in media. Le tasse sono particolarmente basse: i conducenti di benzina rumeni pagano in media solo 50 € al mese in IVA e sulla tassa di circolazione, il 48% della media europea.

"La buona notizia è che i veicoli elettrici sono ora un'opzione competitiva per i conducenti in diversi paesi europei. Ma non è così ovunque. Il nostro indice dei costi rivela che i responsabili delle politiche devono intervenire su questioni chiave come la tassazione dei veicoli e l'infrastruttura di ricarica per rendere i veicoli elettrici una valida alternativa in tutta Europa. Abbiamo bisogno di iniziare ora. I veicoli elettrici sono uno dei modi migliori per combattere il cambiamento climatico e tutti dovrebbero potersi permettere di diventare ecologici", conclude Tex Gunning, CEO di LeasePlan.

Leggi anche:

Germana Carillo

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

corsi pagamento
seguici su facebook