bonus box auto

Bonus ristrutturazioni, nel 2018 a beneficiare delle detrazioni fiscali del 50% saranno anche i box auto. In particolare potranno essere detratte sia le spese per l'acquisto che quelle per la costruzione di box e posti auto.

A renderlo noto è stata l'Agenzia delle entrate con la guida di recente pubblicazione, che ha chiarito modalità e requisiti per ottenere le detrazioni al 50% legate alla ristrutturazione. In queste rientrano anche i posti auto.

I requisiti

L'agevolazione è riconosciuta sia per l’acquisto di box e posti auto pertinenziali già realizzati, sia la costruzione di autorimesse o posti auto, anche a proprietà comune.

Nel caso di acquisto del box, la detrazione riguarda però solo le spese sostenute per la sua realizzazione purché siano documentate da un'apposita attestazione rilasciata dal costruttore. Inoltre, devono esserci le seguenti condizioni:

  • deve esserci la proprietà o un patto di vendita di cosa futura del parcheggio realizzato o in corso di realizzazione
  • deve esistere un vincolo pertinenziale con una unità abitativa, di proprietà del contribuente; se il parcheggio è in corso di costruzione, vi è l’obbligo di creare un vincolo di pertinenzialità con un’abitazione
  • è necessario che l’impresa costruttrice documenti i costi imputabili alla sola realizzazione dei parcheggi, che devono essere tenuti distinti dai costi accessori visto che questi ultimi non rientrano nell'agevolazione.

Come richiederlo

Per ottenere la detrazione per l’acquisto del box auto, occorre essere in possesso dei seguenti documenti:

  • atto di acquisto, o preliminare di vendita registrato, dal quale risulti la pertinenzialità
  • dichiarazione del costruttore, nella quale siano indicati i costi di costruzione
  • bonifico bancario o postale per i pagamenti effettuati.

Se è da costruire

Nel caso di costruzione del box pertinenziale il proprietario deve essere in possesso dei seguenti documenti:

  • concessione edilizia da cui risulti il vincolo di pertinenzialità con l’abitazione
  • bonifico bancario o postale per i pagamenti effettuati.

In ogni caso, il bonifico deve essere effettuato dal beneficiario della detrazione (proprietario o titolare del diritto reale dell’unità immobiliare sulla quale è stato costituito il vincolo pertinenziale con il box). Tuttavia, la detrazione spetta anche al familiare convivente che abbia effettivamente sostenuto la spesa, a condizione che nella fattura sia annotata la percentuale di spesa da sostenuta.

Per consultare la guida clicca qui

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram