Parigi: addio auto a benzina e diesel dal 2030

auto Parigi

Via le auto benzina e diesel da Parigi entro il 2030. Oltralpe fa sul serio e si guarda con rinnovato interesse alla mobilità sostenibile, anticipando addirittura i tempi.

Di recente infatti la Francia aveva annunciato la volontà di fermare la vendita di auto a benzina e diesel entro il 2040 e diventare carbon neutral 10 anni dopo. È quanto prevede il piano ambientale più ampio del ministro dell’Ecologia Nicolas Hulot.

Ma Parigi vuole addirittura anticipare di un decennio l'abbandono delle auto più inquinanti e lo ha annunciato proprio oggi.

La mossa segna un'accelerazione nei piani per allontanare il paese dai combustibili fossili e per passare il prima possibile ai veicoli elettrici in una città spesso obbligata a imporre temporanei divieti a causa dello smog, delle polveri sottili e più in generale delle pessime condizioni della qualità dell'aria.

Il Municipio di Parigi ha fatto sapere che anche se il governo nazionale ha già fissato una data, il 2040, per la fine delle vendite delle automobili alimentate dai combustibili fossili, la capitale non può attendere e il prossimo decennio potrà essere l'ultimo.

“Si tratta di pianificare a lungo termine una strategia che ridurrà i gas a effetto serra”, ha dichiarato Christophe Najdovski, responsabile della politica dei trasporti parigini. “La mobilità è uno dei principali produttori di gas a effetto serra quindi stiamo progettando l'addio ai veicoli con motore a combustione, o veicoli che usano combustibili fossili entro il 2030”.

La capitale francese, che ospiterà i Giochi Olimpici nell'estate del 2024 e in cui si è svolta la Cop21, la conferenza sui cambiamenti climatici, aveva anche considerato la possibilità di eliminare le auto a diesel nel periodo delle Olimpiadi.

Parigi dal canto suo ha tutte le carte in regola per farlo visto che vanta un buon sistema di trasporto pubblico, con numerose linee metropolitane. Su 66 milioni di abitanti, in Francia circolano circa 32 milioni auto. Molti parigini non possiedono autovetture, ma si spostano usando solo i mezzi pubblici o altri sistemi come bike e car sharing.

Il divieto dei veicoli a benzina e diesel non sarebbe altro che un ulteriore passo in avanti.

LEGGI anche:

Moltri altri paesi stanno pianificando il loro addio alle auto più inquinanti. Tra questi anche Cina, Gran Bretagna e Olanda.

Francesca Mancuso