guida_blu_2010

Anche quest'anno sono state assegnate le famose vele blu di Legambiente, nella altrettanto famosa Guida Blu 2010 (edita dal Touring Club), che in tanti confondono con le celeberrime bandiere blu. Anche quest'anno è sorta qualche polemica nel leggere le due classifiche, distanti ma entrambe sinonimo di vacanze pulite e sicure.

 

In realtà le differenze sono più di quelle che in superficie possano apparire.

Le Bandiere blu, si basano su un concetto semplice. O una località turistica ce l'ha o non ce l'ha; non esistono vie di mezzo o zone d'ombra. Vengono assegnate su scala mondiale da un organismo, il FEE (Foundation for Environmental Education), in base ad una chiara lista di 29 punti che prendono in considerazione:

  1. 1) l'Educazione ambientale e l'informazione

  2. 2) La qualità delle acque

  3. 3) la Gestione ambientale

  4. 4) I servizi e la sicurezza

Attraverso questi parametri, la lettura è abbastanza complessa e ne scaturiscono dei risultati che non sempre sono quelli che un turista si aspetterebbe, come ad esempio la mancanza di molte spiagge sarde, pugliesi, siciliane o altre località molto famose e visitate.

Le Vele Blu invece, si basano su un sistema di parametrazione diverso. Le vele vengono assegnate come le stelle per gli hotel, e dove 5 vele è il massimo.

Le valutazioni in questo caso si basano sul pregio naturalistico, l'impegno nella salvaguardia del paesaggio e del litorale e, non ultimo, le iniziative di sviluppo dei servizi e di valorizzazione e tutela del territorio, anche con progetti di ecosostenibilità.

Grazie a questo sistema, riescono ad emergere anche località marittime, lacustri o da diporto, che non hanno la bandiera blu. Diverse invece le località che coincidono e che possono fregiarsi sia della bandiera blu che di molte vele

Le differenze ci sono, anche nel modo di comunicare le classifiche stesse. L'assegnazione delle bandiere blu, vengono diffuse o dai comuni stessi o attraverso un pdf da scaricare sul sito della FEE. La Guida Blu, più completa anche con la segnalazione degli eco-hotel, viene venduta nelle librerie, ed edita da un editore specializzato quale il Touring Club.

Comunque la si veda, di sicuro una località presente in entrambe le classifiche è sinonimo di mare pulito, servizi di alto livello e accoglienza. Incrociare i dati ci permette di non incrociare le dita.

Mario Notaro


 

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram