auto-a-metano
Gli eco-incentivi 2010 per le auto alla fine non sono arrivati. Ma anche senza i contributi statali, per le auto a metano grazie ai provvedimenti adottati a livello regionale è ancora possibile ottenere delle agevolazioni sia per il passaggio della propria auto dall'alimentazione a benzina al metano, sia per acquistarne una nuova già alimentata a gas naturale. Una possibilità che porta con sé notevoli vantaggi, non ultimo il consistente risparmio del carburante al distributore, che sebbene negli ultimi tempi sembra seguire l'aumento dei carburanti “tradizionali” (benzina e gasolio), resta pur sempre più conveniente.

Senza contare i benefici che l'utilizzo del metano apporta al motore (mantiene “puliti” cilindri e valvole, perché libera minori scorie di combustione rispetto ai motori a benzina e Diesel) e all'ambiente. Gas naturale, nella combustione che avviene all'interno della camera di scoppio l'inquinamento ambientale da particolato, composti cancerogeni e composti solfati è di gran lunga inferiore rispetto a quello provocato dai motori a benzina.

Proseguono gli incentivi

Sull'utilità del metano come combustibile, se ne accorgono gli amministratori di alcune regioni italiane. In questi giorni, infatti, sono state rese note le agevolazioni per l'utilizzo del metano, sia all'acquisto di un'auto nuova, sia come bonus di sconto da utilizzare nella conversione di un veicolo.

Si tratta di provvedimenti tuttora in vigore, anche dopo la corsa agli incentivi auto dello scorso gennaio. Va detto, se si osserva l'elenco delle gevolazioni, regione per regione, che gli incentivi sono tutti concentrati al centro – nord, e in particolare nei territori che presentano la più elevata diffusione di autoveicoli a metano.

Sarebbe bene che questa filosofia venisse seguita anche dalle altre regioni del centro e del sud.

Ecco, regione per regione, la “mappa” completa degli incentivi

  • Valle D'Aosta. La Giunta autonoma regionale mette a disposizione 1500 euro per l'acquisto di un'auto nuova a metano o, in ogni caso, con emissioni di CO2 non superiori a 140 g/km o, se autocarri, fino a 35 quintali di portata (dietro rottamazione di auto Euro 0, 1 o 2) e 500 euro
    per la trasformazione a metano di una vettura più vecchia.
  • Piemonte. Disponibili incentivi a livello regionale e per i residenti nei territori comunali di Chivasso, Vercelli, Novara (dove si può ottenere la sosta nelle aree blu al prezzo forfettario di 10 euro all'anno) e provincia. Più nel dettaglio: i veicoli alimentati a metano, all'atto dell'immatricolazione, non pagano la tassa automobilistica. Stesso provvedimento, per cinque anni, a favore dei veicoli con potenza fino a 100 kW sui quali l'impianto a metano è stato installato dopo il 21 novembre 2006. Il Comune di Chivasso stanzia 350 euro, fino a esaurimento fondi, per la conversione nei veicoli Euro 0, 1 e 2. La Provincia di Novara, ai cittadini con un reddito annuo non superiore a 15 mila euro e ai nuclei familiari con reddito che all'anno non supera i 25 mila euro, eroga 800 euro per l'acquisto di un'auto alimentata a metano, e 350 euro per la trasformazione di auto già alimentate a benzina, fino a esaurimento fondi. Il Comune di Vercelli offre 150 euro per l'acquisto di auto a metano o la trasformazione.
  • Lombardia. Da parte della Regione viene erogato un incentivo di 3 mila euro per l'acquisto di un'auto nuova alimentata a metano successivamente alla rottamazione di una vettura Euro 0 a benzina o Diesel, e Euro 1 e 2 se Diesel. Nel caso si voglia riconvertire l'alimentazione di un'auto a benzina da Euro 1 a Euro 4 con il metano, il contributo è di 600 euro. Il Comune di Solbiate Olona (Varese) mette a disposizione 600 euro indifferentemente se si acquista un'auto nuova a metano o si trasforma quella “vecchia”. Il Comune di Brescia offre 700 euro per la trasformazione da benzina a metano, cumulabili con altre iniziative. In ogni caso, l'importo totale non dovrà superare il costo dell'impianto. Ulteriori agevolazioni sono erogate a favore delle imprese: a questo proposito, la Regione Lombardia mette a disposizione 2 milioni di euro per la realizzazione di distributori di metano sul territorio.
  • Veneto. Gli incentivi vengono erogati a livello comunale e, in un caso, provinciale. Il Comune di Cerea (Verona) mette a disposizione 250 euro Euro 0, 1 e 2) a metano. Il Comune di Legnago (Verona) garantisce 250 euro per la trasformazione. Il Comune di Padova eroga 300 euro per la trasformazione di veicoli Euro 1, 2, 3 e 4. Più “fortunati” i possessori delle più vecchie Euro 0, che possono ottenere 500 euro. 300 euro anche dalla Provincia di Venezia per la conversione degli autoveicoli Euro 0, 1 e 2.
    per la trasformazione da benzina (per le auto
  • Trentino – Alto Adige. La “offerta”, in questo caso, è mista: sconti sull'acquisto e la conversione e agevolazioni contributive. La Provincia di Bolzano, infatti, per chi decide di passare al metano, oppure acquista un'auto già alimentata a gas naturale offre l'esenzione per tre anni dal pagamento della tassa provinciale sull'auto. La Provincia di Trento eroga 800 euro per il passaggio al metano ai proprietari di autoveicoli Euro 0 e 1, e 1000 euro per la trasformazione dei veicoli da Euro 2 in su.
  • Liguria. Acquisti un'auto nuova a metano? Non paghi il “bollo” per cinque anni. La stessa facilitazione viene offerta anche per le auto già a metano e immatricolate dopo il 29 aprile 2008, e per chi riconverte l'alimentazione della propria vettura da benzina a metano, a partire dalla data del collaudo dell'impianto di gas naturale.
  • Emilia Romagna. In questa regione l'offerta è più articolata. In prima battuta, degli incentivi vengono erogati dalle Amministrazioni comunali che hanno aderito all'Accordo di programma sulla qualità dell'aria. Nel dettaglio, in questi Comuni viene stanziato un incentivo di 400 euro per la trasformazione a metano degli autoveicoli (di qualsiasi categoria Euro) immatricolati entro il 31 dicembre 2005, e di 650 euro per quelli immatricolati dopo il 1 gennaio 2006. Inoltre, il Comune di Bologna offre il 50 per cento di sconto sull'abbonamento mensile e semestrale per le aree territoriali di sosta, il Comune di Fiorenzuola d'Arda (Piacenza) pratica 25 ore di parcheggi gratuiti con i “gratta e sosta”; il Comune di Cervia stanzia 300 euro per la trasformazione a metano; il Comune di Cesena, per la stessa operazione, ne eroga 500.
  • Toscana. La trasformazione a metano viene incentivata in 30 Comuni, fino a esaurimento fondi.

Dunque il consiglio è informarsi bene sul sito del Comune di appartenenza e consultare gli aggiornamenti qui.

Piergiorgio Pescarolo

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram