incentivi_autoLa fine dell'anno è sempre più vicina e ancora non si sa nulla di certo in materia di ecoincentivi per il settore auto. Il 31 dicembre prossimo scadrà infatti il termine per ricevere i bonus statali concessi in caso di sostituzione della vecchia auto inquinante con una meno dannosa per l'ambiente e il governo non ha ancora chiarito definitivamente se i finanziamenti verranno prorogati anche per il nuovo anno.

Secondo le ultime dichiarazioni del ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, nel 2010 gli eco-incentivi ci saranno e saranno rigorosamente "verdi". Sarà "tutto finalizzato agli obiettivi ecologici di risparmio ed efficienza energetica e a nuove tecnologie di bassa emissione", ha chiarito il ministro senza però entrare nel dettaglio. Il decreto dovrebbe arrivare a gennaio e all'operazione il governo avrebbe destinato un miliardo di euro, di cui poco più della metà per il settore auto. Ma ancora nulla è certo.

Mentre aspettiamo di vedere cosa succederà nei prossimi giorni, cerchiamo di capire come funziona il sistema di bonus statali attualmente in vigore.

Il decreto-legge 5/2009 (convertito dalla legge 33/2009) ha concesso un contributo di 1.500 euro a chi demolisce macchine euro 0, euro 1 o euro 2, e quindi molto inquinanti, immatricolate entro il 31 dicembre del '99. Le autovetture da acquistare devono essere euro 4 o euro 5, con emissioni non superiori a 140 grammi di anidride carbonica per chilometro, se alimentate a benzina, o a 130 grammi se alimentare a gasolio. Il contributo sale invece a 2.500 euro per chi sostituisce mezzi più grandi (fino a 3.500 chilogrammi di peso), come autocarri, tir o caravan di vecchia generazione, con veicoli dalle stesse caratteristiche ma euro 4 o euro 5.

Chi compra auto alimentate a gas metano, come abbiamo visto nel nostro articolo dove elenchiamo tutti i modelli disponibili sul mercato italiano, intasca un contributo di 1.500 euro nel caso in cui il veicolo acquistato abbia emissioni di CO2 non superiori a 120 grammi per chilometro a cui si somma il bonus per la rottamazione della vecchia auto. Il contributo sale fino a 4.000 euro in caso venga acquistato un veicolo grosso euro 4 o euro 5 nuovo di fabbrica e omologato dal costruttore per la circolazione a gas metano.

Quanto agli incentivi per ciclomotori e motocicli, sono previste 500 euro per chi rimpiazza i vecchi con quelli di nuova generazione. È stato inoltre elevato l'importo degli incentivi per l'installazione di impianti a GPL e a metano sugli autoveicoli in circolazione. Il contributo per l'installazione di impianti a GPL è aumentato da 350 a 500 euro.

Questo sistema, in vigore dal 7 febbraio scorso, ha avuto ripercussioni più che positive sul settore auto e di conseguenza sull'ambiente. Secondo gli ultimi dati dell'Automobile Club d'Italia (Aci) nel mese di novembre sono state acquistate con gli ecoincentivi ben 112.106 auto. Niente male se si pensa inoltre che nell'88,67% dei casi è stato contemporaneamente rottamato un veicolo vecchio. E sapete dove sono state comprate più macchine verdi? Al Sud: precisamente in Calabria, dove il 98,39% degli acquisti con incentivi è avvenuto in sostituzione di un'auto più inquinante. Al secondo posto si colloca poi la Sicilia, seguita dalla Basilicata.

Ora non ci resta che vedere cosa ci aspetta in futuro. La cosa certa è che se abbiamo intenzione di sostituire la nostra macchina con una più ecologica - e faremmo bene a farlo - dobbiamo darci una mossa se vogliamo non correre il rischio di non usufruire dei contributi statali.

Rosamaria Freda

Guarda la tabella tutte le auto a metano che usufruiscono degli incentivi 2009


banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram