auto ecologiche incentivi 2014-15

Ancora incentivi per le auto ecologiche nel 2014 e nel 2015. Il decreto SbloccaItalia, già in vigore e in Gazzetta, ha introdotto delle novità sugli ecobonus. Chi deciderà di acquistare un'auto a basse emissioni entro quest'anno o il prossimo potrà beneficiare ancora degli sconto. E rispetto alle regole precedenti, cade l'obbligo di rottamazione. Ma ecco come funzionano i nuovi incentivi e cosa è cambiato.

In primo luogo, saranno validi per le auto acquistate fino al 31 dicembre 2015. L'entrata in vigore del decreto legge n. 144 del 12 settembre 2014, ha però visto la momentanea sospensione delle prenotazioni sul sito www.bec.mise.gov.it poiché dovranno essere modificate le modalità di fruizione degli incentivi, secondo quanto stabilito dall'articolo 39. Solo dopo il riallineamento della piattaforma alle nuove norme sarà possibile prenotarsi, come spiega una nota.

Contributi potenziali. Non più quote fisse. A cambiare rispetto al passato sarà l'importo che non sarà più fisso ma potenziale, nel senso che potrà raggiungere una soglia massima stabilita ma anche essere al di sotto, in modo da garantire una migliore distribuzione degli incentivi sulle varie tipologie di vetture.

Ad esempio, le auto acquistate entro il 2014 potranno ottenere un bonus fino al 20% del costo complessivo del mezzo, tenendo conto di tre tipologie: i veicoli con emissioni di CO2 fino a 50g/km potranno ottenere uno sconto fino a 5.000 € direttamente all'acquisto; per quelle con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km il tetto massimo sarà di 4.000 € mentre sarà di 2.000 € per chi deciderà di acquistare veicoli con emissioni di CO2 fino a 120 g/km. Si parla dunque di tetti, non di cifre già fissare a priori, com'era in passato.

Nel 2015, stesse regole ma il bonus sarà calcolato fino al 15% del costo del costo complessivo del mezzo acquistato con un tetto massimo di 3.500 € per i veicoli le cui emissioni non superano i 50 g/km, sarà fino a 3.000 € per i veicoli che non superano i 95 g/km e scenderà al tetto massimo di 1.800 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Quali categorie di auto? A beneficiare degli incentivi maggiori saranno le auto elettriche e ibride con emissioni al di sotto dei 50g/km. A seguire, le auto a GPL, metano e altre tipologie di auto ibride con emissioni al di sotto dei 95g/km e infine potranno ottenere fino a 2.000 euro quest'anno e fino a 1.800 nel 2015 quelle che producono fino a 120g/km.

Rottamazione non più obbligatoria. Se le regole diffuse la scorsa primavera avevano reso obbligatoria la rottamazione di un veicolo se ad acquistarlo era un'azienda, adesso cade questo vincolo se l'acquisto riguarda un veicolo con emissioni di CO2 fino a 95 g/km. Di conseguenza, vale la regola generale, per i privati e per le aziende, che la rottamazione non sia obbligatoria per i veicoli ibridi e elettrici con emissioni inferiori a 95g/km.

La rottamazione è invece obbligatoria per l'acquisto di veicoli con emissioni fino a 120 g/km da parte di aziende o destinati all'uso di terzi. In questo caso, dovrà essere rottamato un veicolo della stessa tipologia di quello che si decide di acquistare, quindi un'auto al posto di un'auto, un ciclomotore al posto di un nuovo ciclomotore con ciclomotore.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Incentivi auto 2014: al via oggi. Come accedere al bonus per elettriche, ibride, metano e gpl

Incentivi auto 2014: al via dal 6 maggio per elettriche, ibride, metano e gpl

Incentivi auto 2014: 10 cose da sapere prima di richiederli

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram