Caro carburanti: i prezzi continuano a schizzare alle stelle, la benzina sfiora i 2 euro al litro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sale ancora il prezzo del carburante per effetto della guerra in Ucraina: i prezzi medi aggiornati di diesel e benzina e i trucchi per risparmiare

Continuano a lievitare i costi dei carburanti nel nostro Paese: è uno degli effetti collaterali della guerra in Ucraina che sta pesando di più sulle tasche degli italiani. La benzina ha sfiorato nuovamente i 2 euro al litro, dopo essere arrivata a quasi 2,5 euro in alcune zone d’Italia nel mese di marzo.

In base ai dati aggiornati a ieri dall’Osservatorio Prezzi del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), il prezzo medio nazionale della benzina in modalità self è pari a 1,985 euro/litro, con i diversi marchi compresi tra 1,986 e 2,003 euro/litro (il costo medio per i distributori di carburanti “no logo” è di 1,983). Per quanto riguarda il servito, invece, per la benzina il prezzo medio è di 2,118 euro/litro, ma i costi nei vari distributori oscillano fra i 2,084 e i 2,191 euro/litro (quello dei rifornimenti no logo è 2,033).

Non va meglio per il diesel: per il self il prezzo medio nazionale è di 1,896 euro/litro, mentre i costi delle varie compagnie oscillano tra 1,887 e 1,909 euro/litro (no logo 1,888), mentre la media del diesel servito arriva a 2,034 euro/litro (contro 2,017), con i punti vendita delle compagnie con prezzi compresi tra 1,990 e 2,109 euro/litro (no logo 1,940)

Le strategie per risparmiare

Che fare quindi alla luce di questi rincari? Per risparmiare sul carburante possiamo mettere in atto diverse strategie. Ecco qualche esempio:

  • Fare rifornimento durante la settimana, visto che spesso durante il weekend subiscono degli aumenti
  • Evitare di fare rifornimento in autostrada perché il carburante è generalmente soggetto a delle maggiorazioni
  • Limitare l’uso di aria condizionata
  • Fare rifornimento alle cosiddette pompe bianche o “no logo” (stazioni di servizio indipendenti, che non appartengono ai grandi network, e in cui il carburante costa meno)
  • Guidare a una velocità costante
  • Controllare la pressione di gonfiaggio degli pneumatici

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Osservatorio Prezzi Mise

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook