Traghetti Stretto di Messina, costo dei biglietti esorbitante: arriva la maxi-multa dell’Antitrust a Caronte & Tourist

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'Antitrust ha sanzionato la compagnia di traghetti Caronte & Tourist che teneva in scacco turisti e passeggeri, facendo pagare biglietti molto salati per attraversare lo Stretto di Messina.

Multa salatissima alla Caronte & Tourist S.p.A., società privata di navigazione che gestisce i traghetti nello Stretto di Messina, utilizzati da circa 10 milioni di passeggeri all’anno. La compagnia sarà tenuta a pagare una sanzione di 3,7 milioni di euro per aver imposto prezzi esorbitanti per i consumatori: a stabilirlo è l’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato).

Secondo l’Antitrust, infatti, la Caronte & Tourist ne ha approfittato sfruttando la sua posizione dominante nel nel trasporto dei passeggeri con auto al seguito, costringendo i clienti a pagare cifre esorbitanti per i biglietti dei traghetti.

Leggi anche: Grandi Navi Veloci: confermata maxi multa per i ritardi, moltiplicata per tutti i passeggeri imbarcati

Le indagini dell’Antitrust sul caro biglietti

In una prima fase l’Antitrust ha accertato che le tariffe applicate da C&T ai passeggeri con autoveicolo sono sproporzionate rispetto ai costi sostenuti (eccessività) e che questa sproporzione è irragionevole rispetto al valore economico del servizio reso (iniquità).

Come chiarito dall’AGCM, la valutazione di eccessività sono stati utilizzati diversi test, ma tutti hanno portato ai medesimi risultati: ovvero che c’è una significativa sproporzione tra i ricavi e i costi di C&T nell’offerta di servizi di traghettamento di passeggeri con auto al seguito.

I prezzi sono risultati anche iniqui, ossia irragionevolmente sproporzionati rispetto al confronto con benchmark internazionali. – spiega nella nota l’Antitrust – Infatti, C&T applica tariffe molto più elevate rispetto agli operatori attivi su rotte comparabili, che peraltro offrono servizi decisamente più evoluti. Il differenziale di prezzo rispetto al benchmark non è dunque giustificato dal livello qualitativo del servizio offerto: la flotta di C&T è caratterizzata da un’età media molto elevata (27 anni) e il servizio di traghettamento viene giudicato scarso dalla maggioranza degli utenti.

L’attuale prezzo di un biglietto di solo andata per chi vuole attraversare lo Stretto di Messina è di 35,00 euro per un massimo di 5 passeggeri con auto al seguito, mentre l’andata e ritorno (entro i 90 giorni) costa 69,00 euro.

Per l’Autorità Garante si tratta di un illecito concorrenziale grave, considerando anche l’area geografica interessata, cioè lo Stretto di Messina, il potere economico di C&T e la tipologia di servizio erogato, che risulta indispensabile per i circa 10 milioni di persone che ogni anno – giornalmente o solo nel periodo estivo – devono spostarsi dalla Sicilia con la propria auto.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: AGCM

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook