Ecobonus auto 2021: dal 27 ottobre riaprono le prenotazioni. Ecco i veicoli che si possono acquistare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Riparte l'Ecobonus riparte, da domani 27 ottobre riaprono le prenotazioni per usufruire degli incentivi per l'acquisto di auto ecologiche

Riparte l’Ecobonus auto! A partire dalle 10.00 di domani sarà possibile prenotare sulla piattaforma Ecobonus del Mise gli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni, dopo che è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il Decreto fiscale che ha rifinanziato il fondo automotive, con altri 100 milioni di euro.

Cos’è l’Ecobonus auto 

Ecobonus è la misura promossa del Ministero dello Sviluppo Economico, che offre contributi per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2019. Non si tratta di un provvedimento pensato per incentivare il mercato dei veicoli, ma ha una finalità tutta ambientale, alla luce della vigente normativa europea sulla qualità dell’aria e dell’ambiente.

L’agevolazione è promossa dal Ministero dello Sviluppo economico e gestita da Invitalia (Agenzia per lo sviluppo).

Leggi anche: Le 10 auto elettriche più economiche da comprare con meno di 25.000 euro nel 2021

La ripartizione delle nuove risorse 

I nuovi fondi messi a disposizione dal Mise saranno ripartiti in questa maniera: 

  • 65 milioni per acquistare i veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2: il contributo è riconosciuto anche per gli acquisti in leasing e si differenzia a seconda della fascia di emissioni (0-20 o 21-60) e per la presenza di un veicolo da rottamare. In particolare, per i veicoli elettrici con emissioni comprese tra 0-20 g/km è riconosciuto un contributo fino 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione, mentre per i veicoli ibridi con emissioni comprese tra 21-60 g/km è riconosciuto un contributo fino a 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione.
  • 20 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici: in questo caso il contributo è riconosciuto fino a un massimo di 8.000 euro e si differenzia in base alla “Massa Totale a Terra – MTT” e all’alimentazione.
  • 10 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2: è riconosciuto un contributo di 1.500 euro
  • 5 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2: è riconosciuto un contributo fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione. Per usufruire del contributo è necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l’ecobonus

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: Mise

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook