Caro carburante: fare il pieno è più conveniente in queste pompe di benzina, segnalate da Altroconsumo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Altroconsumo ha monitorato per un anno i prezzi dei carburanti venduti dai distributori presenti su strade e autostrade, per capire in quali conviene di più fare il pieno di benzina, gasolio o gpl. Stavolta si ribalta quanto segnalato da indagini precedenti: le cosiddette "pompe bianche" non sono quelle con i prezzi migliori

Come conservare l'avocado

Fare il pieno alle nostre auto è diventato sempre più costoso, ce ne siamo accorti tutti, ma dove è meglio fermarsi a fare benzina, gasolio o gpl se vogliamo risparmiare il più possibile? Ce lo suggerisce un’indagine di Altroconsumo che ha monitorato per un intero anno i prezzi dei diversi carburanti su strade e autostrade.

Nell’analisi e comparazione dei prezzi sono state considerate non solo le grandi insegne come Tamoil, Q8 e Agip Eni ma anche le cosiddette “pompe bianche”, ovvero quegli oltre 4mila piccoli distributori indipendenti di carburante che si trovano in tutta Italia.

Per monitorare l’andamento dei prezzi sono stati utilizzati ed elaborati i dati aggiornati periodicamente dal sito Osservatorio prezzi e tariffe del ministero dello Sviluppo economico, relativi al periodo compreso tra il 29 marzo 2021 e il 12 aprile 2022.

Questi comprendevano i prezzi dei carburanti di 14.506 distributori della rete urbana ed extraurbana e di 455 distributori presenti nelle autostrade. Sono stati considerati i costi per l’automobilista in modalita “self ”, tranne nel caso del gpl, dove è obbligatorio essere riforniti dal personale.

Altroconsumo specifica inoltre la metodologia utilizzata per valutare i prezzi:

per ogni tipo di carburante e per le due reti di vendita considerate (città e strade extraurbane/autostrade), abbiamo calcolato il prezzo medio a settimana per provincia e per insegna, effettuando una media ponderata in base ai volumi di vendita dei carburanti per cui era presente il dato sul sito del ministero della Transizione ecologica.

Quanto sono aumentati i prezzi?

Come c’era da immaginarsi, i risultati mostrano rincari non da poco e nel caso di alcuni carburanti la cosa è stata più evidente. Come scrive Altroconsumo:

Considerando il prezzo finale alla pompa, dalla nostra prima rilevazione (29/3/2021) all’ultima (12/4/2022), è il metano da autotrazione quello che ha subìto un aumento dei prezzi più che raddoppiato (+106%), seguito dal gpl (+30%). Crescite più contenute, ma tutt’altro che leggere, quelle di gasolio (+23%) e benzina (+12%). Se andiamo nel dettaglio dei dati, scopriamo che, da inizio 2022, il prezzo della benzina si era complessivamente impennato di poco sotto il 30% (intorno al 40% per il gasolio). Dopo il taglio temporaneo delle accise stabilito dal Governo la situazione è tornata più sotto controllo, con aumenti intorno al 2% per la benzina e intorno al 10% per il gasolio.

I distributori dove fare il pieno costa di meno

Altroconsumo specifica per prima cosa un dettaglio importante, ovvero che:

I risultati danno un quadro globale di un mercato che rimane comunque fortemente legato alla dimensione territoriale, i cui meccanismi di concorrenza tra insegne risentono della situazione locale, per esempio, rispetto alla presenza e vicinanza di stazioni di servizio gestite da piccole compagnie o di impianti dei centri commerciali della grande distribuzione.

Di solito si è convinti che nelle cosiddette “pompe bianche” si possa risparmiare qualcosa. In realtà questa indagine sottolinea che:

Contrariamente alla vulgata comune che dà per economiche le pompe bianche, in queste ultime il prezzo di benzina e gasolio è rimasto in media più elevato di quello applicato dalle grandi compagnie.

Fare il pieno di benzina, sia su strada che in autostrada è più conveniente da Tamoil, primo anche nella rete ordinaria del gasolio. Mentre se si deve fare il gasolio in autostrada, meglio fermarsi da Sarni oil.

La classifica dei distributori di benzina su strada più convenienti vede poi a seguire:

  • Esso
  • Q8
  • Api-Ip
  • Agip Eni

Nella classifica relativa alle autostrade, Tamoil è al primo posto insieme a Q8 e Sarni Oil, seguito da:

  • Api-Ip
  • Esso
  • Agip Eni

Per quanto riguarda il gasolio,nella rete ordinaria dopo Tamoil troviamo:

  • Esso
  • Q8
  • Api-Ip
  • Agip Eni

In autostrada invece seguono Sarni Oil (che si trova al primo posto):

  • Tamoil
  • Q8
  • Esso
  • Api -Ip
  • Agip Eni

E chi deve fare gpl?

In questo caso meglio fermarsi da Q8, al primo posto per il prezzo più conveniente seguito da:

  • Arni Oil
  • Agip Eni
  • Esso
  • Tamoil
  • Api -Ip

Proprio in questa categoria di carburante notiamo la maggiore oscillazione di prezzo, come potete vedere dalla seguente infografica dove con l’indice 100 si indica l’insegna più conveniente. Se l’indice è 105 ciò vuol dire che i prezzi in quel distributore sono più cari del 5% rispetto all’insegna più economica. Nel caso del gasolio si arriva ad un indice 111.

costo benzina gasolio gpl altroconsumo

©Altroconsumo

Vi avevamo anche parlato di alcune app per smartphone in cui possiamo trovare il distributore di carburante più conveniente e possibilmente vicino a noi. Un altro aiuto per districarsi in questo periodo non proprio semplice per chi deve fare spesso benzina. Leggi anche: Prezzi di benzina e diesel alle stelle: queste app ti aiutano a risparmiare trovando i distributori più economici

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Altroconsumo

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook