L’Amministrazione Trump ha violato anche l’isola dove le auto erano state bandite per più di un secolo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il vicepresidente Mike Pence si è presentato sull'isola con un corteo di ben otto auto, violando un divieto in vigore da più di cento anni.

Sull‘isola di Mackinac, in Michigan, la circolazione di veicoli a motore è vietata dal 1898, da più di cento anni.

I residenti si spostano tra le vie dell’isola a piedi o in bicicletta e perfino l’allora presidente Gerald Ford, quando la visitò nel 1975 con la first lady, viaggiò su una carrozza trainata da cavalli.

Grazie all’assenza di auto e altri mezzi a motore, l’isola di Mackinac gode di un fascino antico e unico che attira numerosi turisti tutto l’anno.

Il divieto è molto rigoroso e sono concesse solo poche eccezioni, ad esempio per le ambulanze, ma l’amministrazione Trump è nota per la sua incapacità di rispettare le regole.

Così, lo scorso sabato, il vicepresidente Mike Pence si è presentato sull’isola con un corteo di ben otto veicoli.

Pence si trovava in visita sull’isola per un intervento durante una conferenza sulla leadership del Partito repubblicano del Michigan.

Molti residenti hanno definito il corteo di auto come “osceno” e “un sacrilegio”, non giustificabile per questioni di sicurezza.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook