Orto sul balcone: cosa seminare a maggio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Orto o giardino, ma anche davanzale e un balcone. Se avete il pollice verde e la meritevole fissa dell’orto fai-da-te siete non solo persone fortunate ma anche sicuramente già preparate a cosa fare e quando. Maggio è il mese in cui sboccia la primavera in tutta la sua beltà ed è il momento più propizio per procedere di semina e di innaffio, sempre con un ragguaglio al calendario lunare.

Questo è il periodo in cui probabilmente si ha più varietà di ortaggi da piantare: è infatti possibile seminare i gustosi ortaggi estivi come le zucchine, le melanzane, i peperoni, le lattughine e i pomodori, oppure procedere al loro trapianto. Per quanto riguarda i frutti, si seminano angurie e meloni e si trapiantano i mirtilli e, quanto alle erbe aromatiche, potrete dedicarvi alla semina di basilico e prezzemolo.

Cosa seminare a maggio?

C’è davvero da scegliere tra mille opzioni: anguria, asparagi, barbabietole, basilico, bietola da coste, broccoli, cardi, carote, cavoli, cavolo cappuccio, cavolfiore precoce, cetrioli, fagioli, fagiolini, indivia, lattuga e lattughino da taglio, melanzane, meloni, peperoncini, peperoni, piselli, pomodori, porri, prezzemolo, rucola, scarola, sedano, zucca, zucchine e zucchine tonde e verza.

Quanto alle semine, è bene ricordare a chi semina in semenzaio, che questo è da posizionare in ogni caso all’aperto, mettendo al riparo dal sole diretto i germogli degli ortaggi più delicati come cavolfiori precoci, cavoli o verze. In semenzaio, per comodità, possono essere seminate anche le zucchine classiche, le zucchine tonde e i peperoni.

Nel vostro lavoro da coltivatori incalliti non improvvisate e ricordate che le cose vanno fatte con cura, dedizione e tanta pazienza. È per questo che è bene anche scegliere i semi da interrare non solo secondo il vostro gusto, ma anche in base al luogo in cui vivete e al terreno di cui disponete. Un’ottima scelta è offerta dei semi della linea vivi verde Coop.

semi pomodori

Ce ne sono davvero di tutti i tipi e di tutte le qualità e potreste decidere di seminare dei gustosi pomodori San Marzano o della lattuga “Regina di maggio”, delle dolci zucchine o anche delle melanzane viola e lunghe!

semi melanzane

Se ne avete la possibilità, potreste anche seminare direttamente in piena terra: in questo caso meglio se scegliete tra fagioli, fagiolini, piselli, lattuga, lattughino da taglio, rucola, bietole da coste, meloni, angurie, barbabietole, asparagi, carote, pomodori e indivia.

E la luna?

I veri esperti seguono un calendario lunare: se ascoltate gli anziani contadini, capirete ben presto il suo ruolo fondamentale nella programmazione delle semine e per i trapianti nell’orto.

Durante la luna crescente, per esempio, la tradizione consiglia di seminare in semenzaio i cavolfiori precoci, il cavolo cappuccio e le verze, ma anche – e direttamente nell’orto o in vaso – i cetrioli, i meloni, le zucchine, le melanzane, l’indivia, la lattuga, i peperoni, il sedano, i pomodori, i peperoncini, la zucca e il prezzemolo.

Nei giorni di luna calante, invece, si seminano all’aperto l’indivia, i cavoli, gli spinaci, il lattughino da taglio, le bietole da coste, i ravanelli.

Buona semina a tutt*!

Post promosso da vivi verde Coop

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook