Come depurarsi dopo gli eccessi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pasta ripiena e secondi farciti, dolciumi di ogni sorta, vizi e stravizi. Alzi la mano chi durante l’ultimo mese non ha trasgredito a tavola, mangiando come se non ci fosse un domani e concedendosi qualche strappo alla regola di troppo, “tanto lunedì comincio la dieta”.

In un battibaleno vi ritrovate qualche chilo in più, complice anche il fatto che – con la scusa ad esempio delle feste di Natale – si è anche interrotta quel po’ di attività fisica cui vi eravate dedicati.

E va da sé che, come ogni anno, uno dei buoni propositi è: rimettersi in forma! Suvvia, non è poi così difficile come sembra rimettersi in carreggiata. Sacrifici? Nemmeno più tanto, basta seguire il principio che non sono necessarie diete drastiche, non vale a nulla saltare i pasti e men che meno osservare un digiuno tantrico.

Quello che c’è da fare? Tornare a una dieta sana ed equilibrata e seguire qualche consiglio:

1. Basta con cibi raffinati! Dite addio a pandori e panettoni, a dolci glassati, a cibi fritti e alla pasta al forno di nonna. Anche il vostro stomaco vi chiederà pietà, perché sono proprio questi tipi di cibo – i dolci, gli alimenti elaborati, ma anche caffeina in eccesso o l’alcol – a indebolire l’organismo, affaticandolo e non fornendogli i nutrienti necessari per farlo funzionale al meglio.

2. Acqua e limone. Sapevate che una tazza di acqua tiepida e limone (mezzo o un limone intero a seconda dei vostri gusti e della sensibilità del vostro corpo) ha l’effetto di una vera doccia disintossicante ed è capace di farvi smaltire meglio le tossine accumulate nelle feste? Si tratta di una tecnica davvero elementare e alla portata anche dei più pigri, in grado di migliorare la digestione e “remineralizzare”, per cui incrementa anche l’energia con cui affrontare la giornata.

3. Infusi. Per disintossicarsi, non devono mancare nemmeno infusi e tisane, l’essenziale se ci si vuole depurare e smaltire gli eccessi alimentari. L’acqua è un elemento fondamentale per il nostro corpo, utile a eliminare tutto quello che non serve. Se non si riesce a bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, si possono integrare i liquidi con tisane a base di erbe che aiutano la disintossicazione e stimolano la diuresi.

Un buon acquisto sono senza dubbio gli infusi di vivi verde Coop. L’infuso di finocchio biologico vivi verde Coop, per esempio, è l’ideale per chi ha problemi di gonfiori addominali. I semi di finocchio hanno proprietà diuretiche e drenanti, per questo tisane e infusi al finocchio possono favorire la diuresi, oltre che attenuare i gonfiori addominali.

infuso finocchio copia

L’infuso di finocchio biologico vivi verde Coop ha un gusto leggero, rinfrescante e aromatico: per preparare una buona tisana, mettete una bustina in una tazza da circa 200ml, versate l’acqua precedentemente portata a pre-ebollizione e lasciate in infusione per 5 minuti circa.

infuso melissa

Ottimi sono anche l’infuso di frutti misti biologici vivi verde Coop e l’infuso di melissa biologico vivi verde Coop, che contribuisce alla digestione e favorisce il rilassamento.

infuso fruttimisti

4. Zuppe e legumi. Il top per chi vuole seguire una dieta equilibrata senza rinunciare al gusto. In inverno le zuppe riscaldano e aiutano a depurarci quando abbiamo esagerato a tavola. Dal canto loro, i legumi contengono il giusto mix di proteine, carboidrati e minerali come ferro, magnesio, fosforo e potassio, che contribuisce anche al mantenimento di un livello costante di zuccheri nel sangue.

Gustosissime sono la zuppa rustica biologica vivi verde Coop e la zuppa fantasia biologica vivi verde Coop: con entrambe si fa il pieno di proteine e fibre. A base di orzo perlato, lenticchie rosse decorticate, farro perlato e fagioli adzuchi verdi la prima, e a base di lenticchie rosse, lenticchie rosse decorticate, lenticchie gialle decorticate, lenticchie verdi grandi, lenticchie verdi piccole e piselli verdi spezzati – tutti prodotti di coltivazione biologica – sono un vero concentrato di benessere e salute.

zuppe viviverde

5. Frutta e verdura a go go. Manco a dirlo, sono frutta e verdura, principalmente cruda, a riattivare il vostro organismo e a rimettervi in forma. Ovviamente scegliete prodotti stagione: arance e kiwi vi apporteranno vitamina C, mele ipocaloriche, pere, contro la stipsi, zucche e carote per il loro concentrato di vitamina A, insalate, finocchi e spinaci, che sono diuretici, cicoria e radicchio, alleati del fegato.

6. Camminare. A tavola va bene darsi una regolata, ma non dimenticate che l’esercizio fisico fa il resto. Per smaltire tossine e calorie di troppo accumulate durante le abbuffate natalizie, basta associare una alimentazione sana a un po’ di moto regolare. Sufficienti sono una costante camminata o, se vi va, una corsa mattutina nel parco.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook