Bergamotto

Ricco di vitamine e fonte importante di flavonoidi, il bergamotto (Citrus bergamia) è un agrume dalla buccia gialla derivante probabilmente dal limone o dall’arancio amaro. Molte sono le proprietà e i benefici del bergamotto e del succo di bergamotto, una delle preparazioni a base di questo frutto più utilizzate a livello alimentare. Ma quali sono i benefici e come preparare in casa il succo di bergamotto?

Oltre a preparare il succo, il frutto del bergamotto si utilizza in cucina anche per fare squisite confetture o canditi, ma è saporito anche se tagliato a fette e messo nel tè. Quel che è certo è che, un po’ come il pompelmo, il bergamotto mangiato a spicchi non ha un gusto molto gradevole quindi non viene consumato tanto come frutto fresco.

Succo di bergamotto proprietà e benefici

I benefici del succo di bergamotto sono dovuti soprattutto alla straordinaria presenza di polifenoli, sostanze antiossidanti preziose per il nostro organismo, mentre le elevate concentrazioni di acido citrico stimolano l’appetito e contrastano i parassiti intestinali.

I flavonoidi in esso contenuti, inoltre, aiutano a ridurre il colesterolo, ma se già il medico vi ha prescritto farmaci per abbassare il colesterolo, prima di utilizzare il succo di bergamotto parlatene con lui. In ogni caso, molti sono gli studi effettuati su pazienti con colesterolo alto che provano come l’utilizzo di succo di bergamotto possa contribuire anche a diminuire i livelli di LDL, il colesterolo “cattivo”, e ad alzare i livelli di HDL, il colesterolo “buono”.

Gli stessi flavonoidi, inoltre, aumentano l’attività degli enzimi che hanno azione antiossidante, limitando la produzione di radicali liberi sulle pareti dei vasi sanguigni e contrastando così tutti i meccanismi infiammatori.

Il bergamotto e il suo succo hanno anche proprietà energizzanti e tonificanti e in più la “naringenina”, un polifenolo, aumenta anche l’assimilazione di glucosio nei muscoli e nel fegato: in questo modo è utile a ridurre i livelli di glucosio nel sangue e a migliorare l’attività dell’insulina.

Dato l’elevato contenuto in vitamina C, B1, B2, infine, capaci di migliorare l’assorbimento del ferro, il succo di bergamotto può essere usato anche a supporto di terapie per le anemie.

Come usare il succo di bergamotto in cucina:

  • per aromatizzare il tè
  • per aromatizzare risotti e piatti di pesce
  • per fare una vinaigrette, con olio, sale e aceto balsamico per condire insalate
  • per fare una granita dissetante, allungandolo con acqua e zucchero e, se volete, unito a uno sciroppo alla frutta

Succo di bergamotto, come prepararlo e come conservarlo

Non serve altro che spremere un po’ di questi frutti, sapendo che quelli freschi si trovano dal mese di novembre a febbraio. La raccomandazione è di acquistare solo quelli biologici: ottima scelta sono senza dubbio i bergamotti biologici in rete vivi verde Coop.

Dopo aver fatto una spremuta, è bene filtrarla per togliere eventuali grumi.

Il succo di bergamotto si conserva puro nel frigorifero in una bottiglia di vetro per qualche giorno, oppure in cubetti di ghiaccio da diluire con un po’ d’acqua tiepida a seconda della necessità.

Potete anche valutare l’idea di metterlo in un contenitore spray, in modo da spruzzare il succo sui vostri piatti preferiti, oppure di mescolarlo con un altro succo di frutta.

Post promosso da vivi verde Coop

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram