Semi di lino

Piccoli e infinitamente preziosi! I semi di lino (Linum usitatissimum) sono tra i “semi della salute” più benefici per il nostro organismo. Rappresentano una delle fonti vegetali più ricche di omega3, sono poveri di colesterolo e di sodio e ricchi di acidi grassi, di fibre e di vitamine.

Per questi e molti altri motivi sono particolarmente consigliati a coloro che seguono un’alimentazione vegetariana o vegana, ma in genere sono un alimento eccellente per tutti. E non solo, perché dei semi di lino se ne può fare anche un uso cosmetico: dagli impacchi per capelli a gel emollienti per la pelle, i semi di lino sono validi alleati di bellezza.

In più, dall’olio di semi di lino si ricava un integratore alimentare naturale da assumere in caso di stitichezza o utile a favorire il buon funzionamento dell’intestino. Allevia, inoltre, i fastidi della menopausa, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo e a prevenire il rischio di malattie cardiovascolari.

Gli usi dei semi di lino in cucina e per la bellezza

Quanto al nostro benessere a tavola, sappiate già che 3 cucchiaini sono la dose giornaliera di semi di lino che gli esperti consigliano. Per utilizzarli concretamente ci sono svariati modi:

1) Nell’insalata cruda e con le verdure cotte

I semi di lino sono ottimi se tritati grossolanamente (sono già molto piccoli) e aggiunti alla vostra insalata fresca, ma anche a finocchi o carote crudi. Potete anche spargerli a fine cottura su altre verdure lesse, grigliate o ripassate in padella.

2) Nelle zuppe

Se amate zuppe, minestre e vellutate i semi oleosi come quelli di lino fanno al caso vostro per completare i benefici di un simile piatto. Ricordate che è sempre meglio non cuocere i semi, ma spolverali solo a fine cottura.

3) Per il pane

Se avete la fantastica abitudine di fare il pane in casa, aggiungete uno o due cucchiaini all'impasto della ricetta che utilizzate di solito, per esaltarne il sapore e aumentarne le proprietà nutrizionali.

4) Acqua, yogurt o kefir

Se il vostro problema è la stitichezza, non dimenticate di preparare la sera prima un bicchiere d’acqua in cui versare un cucchiaio di semi di lino. La mattina dopo, tutte le mucillagini presenti nei semi si saranno sprigionate e costituiranno un toccasana per il vostro intestino. Bevete l’acqua dopo aver filtrato i semi. Lo stesso effetto si può ottenere utilizzando il kefir a base di latte oppure lo yogurt a colazione o a merenda.

5) Centrifugati o estratti

Anche i centrifugati, o gli estratti, potete arricchirli con dei semi di lino! In questo caso, meglio tritarli molto finemente e inserirli sul momento direttamente nel bicchiere in cui avete versato il vostro estratto.

Inoltre, soprattutto per i capelli e per la pelle è l’uso che si è può fare dei semi di lino in cosmesi:

6) Impacco per i capelli

Da applicare sulla chioma umida prima dello shampoo, con i semi di lino si può creare un impacco nutriente da utilizzare al momento. Versate in un pentolino due cucchiai di semi di lino e 250 ml di acqua, portate ad ebollizione e poi lasciate riposare per tutta la notte. Filtrate il liquido ottenuto e aggiungete alcune gocce di olio d’oliva, di mandorle dolci o di germe di grano.

Se i vostri capelli sono particolarmente sciupati, aggiungete al composto mezza banana ben matura frullata o mezzo bicchiere di yogurt al naturale o di soia.

7) Antiforfora
Poche gocce di olio di semi di lino da massaggiare sul cuoio capelluto prima dello shampoo possono ridurre il problema della forfora.

8) Gel nutriente

Un fissativo nutriente per i capelli in sostituzione dei prodotti commerciali? Basta mettere in un infusore per il tè 30 grammi di semi di lino ed inserirlo in un pentolino di 200 ml di acqua. Fate sobbollire per 5 minuti e riposare il tutto almeno fino alla formazione del gel. A questo punto, potete aggiungere due cucchiai di succo di limone e trasferire il gel in un barattolo di vetro, da conservare in frigo fino a una settimana.

9) Maschera viso

Molto utile per levigare e nutrire il nostro viso è una maschera a base di due cucchiai di semi di lino cui vanno aggiunti un cucchiaio di miele e quattro cucchiai di acqua calda. Il composto si ottiene semplicemente sminuzzando i semi di lino e mescolandoli all’acqua e al miele. Il composto va poi applicato sul viso e lasciato un quarto d’ora in posa, per poi risciacquare (Fonte).

10) Infiammazioni della pelle

Anche l’olio di lino può essere utilizzato in cosmesi, soprattutto per le sue proprietà lenitive, nutrienti, emollienti e cicatrizzanti.

Dove si trovano i semi di lino

I semi di lino si trovano in vendita nelle erboristerie e nei negozi di prodotti biologici e di alimentazione naturale, ma anche online o nelle aree dei supermercati dedicate agli integratori naturali o ai prodotti biologici. In ogni caso, è bene scegliere semi di lino di provenienza biologica come ad esempio quelli della linea vivi verde Coop.

semilino coop

 

È per questo che un acquisto sicuro sono i semi di lino biologici vivi verde Coop. Venduti secchi in confezioni da 250 grammi, si caratterizzano per l’alto contenuto di tiamina, che contribuisce alla normale funzione cardiaca, e per l’alto contenuto di magnesio, che riduce i sintomi della stanchezza e dell’affaticamento e contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso.

Germana Carillo

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram