7 trucchi per organizzare il perfetto pic-nic

picnic

È finalmente arrivata la primavera e non c’è periodo migliore per approfittare di un week end o di un momento libero dagli impegni lavorativi per organizzare una gita fuori porta. Soprattutto se avete dei bambini a seguito, è senza dubbio un pic-nic il modo più comodo per godere di una bella giornata di sole, in compagnia e risparmiando – il che non guasta mai – qualche spicciolo.

Ma anche per il pic-nic si devono tenere a mente alcuni semplici trucchi perché sia perfetto per tutti, sia dal punto di vista pratico che nel rispetto dell'ambiente. Un pic-nic sarà sicuramente green, piacevole e organizzato nei minimi dettagli grazie a qualche piccola regola da seguire.

I trucchi per un lodevole pic-nic che ci metta in pace col mondo? Eccone alcuni:

1. Innanzitutto lo spostamento

Se siete amanti della bicicletta, non vi spaventerà scegliere un posto facilmente raggiungibile con la due ruote, a meno che non vogliate usufruire di mezzi pubblici se il luogo del pic-nic è un po’ fuori città. Se poi è proprio necessario prendere l’auto, fate in modo di spostarvi con il minor numero possibile di automobili.

2. Cosa portare da mangiare?

Beh, i cibi tipici per un pic-nic sono insalate di riso, torte rustiche, panini o frittate: cose che possono essere preparate in anticipo. Per i dolci si possono cucinare delle crostate alla marmellata o delle torte morbide, da servire già affettate, biscotti di pasta frolla o qualche muffin, senza dimenticare le macedonie, magari già divise in recipienti da una sola porzione.

3. Dove mettere il cibo?

Fondamentali sono le borse refrigeranti. Anche in questo caso va tenuta presente una regola fondamentale: seguire l'ordine corretto delle pietanze che avrete preparato. Sarà infatti molto più comodo riporre sul fondo i cibi che dovrete prendere in ultimo, come frutta e dolci. Mentre in cima posizionerete le prime portate da mangiare. Le bevande collocatele ai lati oppure sistematele in un contenitore a parte.

4. Stoviglie e bicchieri

piatti e bicchieri

Per comodità si è soliti portare ai pic-nic bicchieri e piatti usa e getta, che dopo un po’ – se fortunati – andranno a riempire inverosimilmente il bidone della spazzatura. Il segreto per avere un minimo di accortezza è quello di portare da casa ognuno per sé coltello, forchetta, cucchiaio e bicchiere. Ma una valida alternativa green possono essere i piatti completamente biodegradabili della nuova linea vivi verde Coop. Prodotti in PLA, un materiale completamente di origine naturale derivante dall'amido di mais, sono un alleato nel rispetto del pianeta. Idem per i bicchieri biodegradabili e compostabili della stessa linea, anch’essi in PLA Ingeo (Acido lattico Polimerizzato).

5. Tovaglioli e salviettine

tovaglioli

Per quegli sbrodoloni dei vostri figli (e di vostro marito) serviranno tovaglioli in quantità industriale. Anche in questo caso affidatevi alle linea vivi verde Coop e ai tovaglioli doppiovelo, prodotti con un ridotto impatto su aria e acqua e con un basso consumo di energia. Anche l’involucro è biodegradabile e compostabile in Mater-Bi.

6. Attenzione a insetti e piante orticanti

Contro questi spiacevoli inconvenienti, portate con voi un unguento repellente (magari autoprodotto con tea tree oil, olio di mandorle dolci e neem) e uno post-irritazioni come quello a base di calendula.

7. Lasciate come avete trovato

Finito di gozzovigliare? Beh, ricordate che il luogo dove avete fatto il pic-nic (e tutt’attorno) dev’essere lasciato così come lo avete trovato, e anche addirittura più pulito. Se qualcuno ha incivilmente lasciato qualche bottiglia in giro, per esempio, non vi costerà nulla prenderla e darete anche un buon esempio ai vostri cuccioli. Portate dunque con voi dei sacchetti e differenziate i rifiuti. Starete meglio voi e l’ambiente ;)
Buon pic-nic!

Post promosso da vivi verde Coop