Vegan zombie: dalla webserie un libro a fumetti per cucinare veg con i morti viventi (video)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È l’unica serie web che unisce gli zombie alla cucina vegan. Su Youtube ha più di più di 100 video, 25.000 iscritti, oltre 1,4 milioni di visualizzazioni e su Facebook ha oltre 20mila fan. Si chiama “Vegan Zombie” e recentemente ha raccolto 43.500 in donazioni sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter per finanziare la pubblicazione di un libro di ricette, andando ben oltre il suo obiettivo di di 18.500 dollari.

“Nel 2009 abbiamo lanciato una serie di cucina vegan ambientata nel bel mezzo di un’apocalisse zombie. Ciò che er cominciato come dei video su alcune delle nostre ricette preferite, si è rapidamente trasformato in qualcosa di follemente popolare su internet. In pochi mesi, il canale The Vegan Zombie stava ottenendo migliaia di visualizzazioni e sui nostri video apparivano decine di commenti al giorno”, raccontano gli ideatori.

L’idea era semplice. E funzionava: a rendere gli episodi divertenti e virali era la storia. nella serie, infatti, chi consumava carne, uova e latticini veniva infettato dal virus e trasformato in zombie. Come si sopravviveva in questa realtà? Lo spiegavano i superstiti, dando consigli e suggerimenti su come stare al sicuro dagli zombie e insegnando a realizzare deliziose ricette vegan. Il tutto condito con speciali apparizioni di zombi “affamati”.

vegan zombie

Ma i telespettatori volevano di più e da tempo hanno iniziato a richiedere la pubblicazione di una raccolta delle ricette della serie web. E oggi, con l’aiuto della campagna Kickstarter, la loro richiesta è stata esaudita anche per merito loro che l’hanno sostenuta finanziariamente. Il libro, peraltro, non è una comune raccolta culinaria, ma un romanzo grafico a colori che illustra le avventure di The Vegan Zombie, con oltre 150 pagine e più di 80 ricette vegan, foto e opere d’arte terrificanti per rimpolpare la storia degli zombie.

Lo scopo finale? “Non è solo per vegani, è per gli onnivori, i vegetariani e le persone che vogliono essere in buona salute, oltre che per tutti coloro che amano il genere horror”, spiega il co-creatore Chris Cooney, che, in questo modo, spera di fare la sua parte nella diffusione di uno stile di vita più rispettoso nei confronti degli animali. Perché con la cucina veg “sopravvivono” tutti.

Roberta Ragni

LEGGI anche:

Il Cucchiaio Arcobaleno, tutti i colori delle cucine vegan nel mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook