Miele di tarassaco: come preparare in casa l’alternativa vegana al miele

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il miele di tarassaco (o sciroppo di tarassaco) è un ottima soluzione per i vegani, non viene infatti prodotto dalle api, ma si può preparare facilmente in casa con fiori di dente di leone e zucchero. Scopriamo come…

Lo sciroppo di tarassaco è un ottimo sostituto del più tradizionale miele e con un sapore sorprendentemente simile. La consistenza è meno corposa della maggior parte delle tipologie di miele, ma ha un aspetto che ci si avvicina molto anche in quanto a colore.

Se si ha intenzione di provarlo, l’ideale è raccogliere i fiori di tarassaco (o dente di leone) nei prati, ovviamente se si è sicuri che non siano stati addizionati con sostanze chimiche.

Benefici del miele di Tarassaco

Il miele di tarassaco è in realtà uno sciroppo che si ricava appunto dal tarassaco, una pianta con eccezionali qualità terapeutiche. La sua funzione principale è quella di purificare il sangue e il fegato con uno spiccato effetto disintossicante.

Il tarassaco è utile a stimolare la produzione di bile, contrasta la stitichezza, abbassa il colesterolo e ha molte altre proprietà. Certamente uno sciroppo realizzato con molto zucchero come questo riduce un po’ le capacità curative dei principi attivi della pianta che, per essere impiegata al meglio per sfruttarne i benefici, è meglio assumere sotto forma di infuso, succo non dolcificato o integratore.

Il miele di tarassaco è comunque utile come alternativa al miele per chi non consuma alimenti di origine animale dato che vi assomiglia molto per consistenza e gusto.

Come preparare il miele di tarassaco

Per preparare in casa il miele di tarassaco vi occorreranno:

  • 4 tazze di fiori di tarassaco
  • 3 tazze d’acqua
  • 3 limoni
  • 2 tazze abbondanti di zucchero (meglio se di canna integrale)
miele tarassaco1

Preparazione:

Raccogliete i fiori, preferibilmente al mattino, e immergeteli in acqua fredda per 5 minuti scartando il centro del fiore e il gambo, risciacquateli nuovamente e metteteli in una pentola. Aggiungete poi l’acqua e mettete sul fuoco facendo sobbollire per 30 minuti. Togliete poi dal fuoco e lasciate in infusione tutta la notte avendo cura che i fiori siano posti per bene sott’acqua. Il giorno successivo filtrate e spremete il liquido con l’aiuto di una garza.

Rimettete la pentola con l’infuso sul gas a fuoco basso, aggiungete zucchero e limone e fate bollire molto lentamente fino a che non si raggiunge la consistenza desiderata (simile a quella del miele). Probabilmente occorrerà qualche ora.

Una volta spento il fuoco, il miele di tarassaco si può versare in bottiglie o barattoli di vetro da lasciar raffreddare e poi conservare in frigorifero.

Come usarlo

Il miele di tarassaco può essere usato da spalmare sopra pane tostato o fette biscottate, per dolcificare bevande, biscotti o torte e in tutti gli altri modi in cui usereste il miele.

Sul tarassaco leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook