La Guinness diventa vegan, adesso è ufficiale!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Guinness è ufficialmente diventata vegana e dice addio alla colla di pesce da sempre usata nella ricetta, per chiarificare la birra e ripulirla da eventuali depositi. Benvenuta quindi alla Guiness 100% vegan friendly.

Avevamo già parlato dell’annuncio fatto dall’azienda irlandese nel 2015 che dopo ben 256 anni, aveva intrapreso la strada del cambiamento, per diventare una bevanda adatta a tutti e a quei tanti vegetariani e vegani costretti a rinunciare alla birra scura.

Il metodo di produzione differente è già stato avviato, ma bisogna attendere ancora qualche mese per completare il processo di certificazione tipico dei prodotti Guinness, qualcosa nel frattempo si è già mosso.

LEGGI anche: LA GUINNESS DIVENTA VEGAN: ADDIO ALLA COLLA DI PESCE NELLA PRODUZIONE DELLA BIRRA

Non c’è più, ad esempio, colla di pesce nei barili destinati a pub e ristoranti, sono vegan le birre prodotte in Australia e alla Guinness Blonde American Lager. Bottiglie e lattine sono in fase di produzione e la distribuzione avverrà entro la fine dell’anno.

La colla di pesce veniva usata nella fase di miscelazione della birra o meglio nel filtraggio dove la sostanza gelatinosa, serviva per rimuovere le impurità e garantirne un buon colore.

Ma se duecento anni fa questo metodo sembrava non avere possibilità di cambiamento, oggi la Guinness apre le porte a chi si lamentava di non poter bere ogni tanto un bicchiere di birra scura.

LEGGI anche: BIRRA AVANZATA: 3 RICETTE VEGAN PER RIUTILIZZARLA IN CUCINA

Sulsito, viene spiegato tutto il processo di trasformazione e le ottime ripercussioni sull’ambiente di una scelta azzeccata. Ogni giorno, circa 10 milioni di bicchieri di Guinness vengono consumati, pensiamo a quanti pesci saranno risparmiati. Un respiro d’ossigeno per l’ecosistema marino.

LEGGI anche: L’OKTOBERFEST APRE LE PORTE AL MONDO VEGAN CON MENÙ CRUELTY FREE

A tutti coloro che invece lamentano: ‘E no, anche la birra vegana adesso’, l’azienda spiega:

‘La ricetta non è stata modificata ed è proprio per questo motivo che da anni si lavorava per trovare un’alternativa che non trasformasse il sapore né la qualità della birra’.

Insomma una bella vittoria per tutti!

Fonti di riferimento: Guinness

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook