Focaccia dolce di segale

focaccia segale

Ecco come preparare una focaccia dolce con farina di segale, particolarmente adatta per chi soffre di diabete, o per chi deve tenere sotto controllo gli zuccheri, ha un sapore intenso di cereali e un profumo unico. Di montagna.

Con questa farina si possono realizzare tantissimi prodotti da forno: pane, biscotti, crostate, tartellette e naturalmente anche pizze e focacce.

Vi propongo la ricetta per preparare una deliziosa e morbida focaccia, ideale per la colazione, ma anche per uno spuntino pomeridiano. Potete farla sia in versione dolce (con la stevia), perfetta se accompagnata da marmellata di mirtilli o pesche, ma anche in versione salata, ideale da farcire con verdure, formaggio, tofu o quello che preferite.

Ingredienti

  • 300 g di farina di segale
  • 200 g di acqua tiepida
  • 100 g di stevia 
  • 200 g di semola rimacinata di grano duro
  • 12 g di lievito di birra in cubetto
  • 1 uovo 
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di cannella 
  • Tempo Preparazione:
    15 minuti
  • Tempo Cottura:
    40 minuti
  • Tempo Riposo:
    2 ore di lievitazione
  • Dosi:
  • Difficolta:
    bassa

Focaccia dolce di segale: preparazione

Setacciate le due farine e sistematele in una ciotola, poi sciogliete il lievito di birra nell'acqua tiepida (o rinfrescate la pasta madre) e versate il liquido ottenuto sulle farine, mescolate per amalgamare, quindi aggiungete la stevia (oppure il sale), l'olio, l'uovo, la pastella di semi di lino e la cannella, mescolate energicamente per amalgamare gli ingredienti, poi trasferite tutto su un piano da lavoro infarinato.

Impastate per una decina di minuti, in modo da inglobare aria, poi ripiegate la pasta e fatene un panetto, mettetelo in una ciotola ben oliata, coprite con un panno e lasciatelo riposare per almeno 2 ore.

Quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume, trasferitela in una teglia da forno tonda ben oliata, stendetela delicatamente con i polpastrelli e fatela cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per 35-40 minuti circa.
Potete mangiarla calda, oppure appena tiepida!

Foto e testi: Verdiana Amorosi

www.lacucinadiverdiana.it