Vegetariani per forza: addio alla carne entro il 2050

vegetariani 2050

Tutti vegetariani nel 2050? Secondo il rapporto "Feeding a thirsty world: Challenges and opportunities for a water and food secure world" dello Stockholm International Water Institute, pubblicato in occasione della Settimana Mondiale dell'Acqua, tra circa 40 anni tutto il mondo dovrà rinunciare per forza al consumo di carne per far fronte all'aumento demografico e alla sempre maggiore scarsità d'acqua.

Non ci sarà abbastanza acqua per produrre cibo e coltivare la terra per tutti i terrestri che abiteranno il pianeta nel 2050, soprattutto se non cambieremo prima le nostre abitudini in fatto di alimentazione e sovrappopolazione. Non riusciremo, quindi, a "nutrire questo mondo assetato", scrive l'autrice Malik Falkenmark nella sua relazione, in cui vengono analizzati i dati sul consumi di cibo, confrontandoli con le stime sulla disponibilità d'acqua e sull'incremento demografico.

Se si manterranno i trend attuali, che vedono il mondo avvicinarsi a una dieta di tipo occidentale con il 20% delle proteine assunte derivanti dagli animali, l'unico scenario sostenibile, afferma il documento, è un consumo di carne corrispondente a massimo il 5% del totale, oltre all'introduzione di un sistema di commercio del cibo che faccia in modo che i Paesi che hanno un surplus d'acqua riescano ad aiutare quelli che affrontano episodi di siccità. Quindi, sì, nel 2050 lo stile di vita più diffuso sarà, giocoforza, quello vegetariano.

Roberta Ragni

Leggi anche: I veri costi della produzione della carne. Dalla LAV 10 modi per non consumare il mondo

Leggi anche: Quella zecca che fa diventare vegetariani

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

corsi pagamento
seguici su facebook