mantecare-risotto

Il risotto è un piatto gustoso e nutriente particolarmente apprezzato soprattutto nei periodi più freddi dell’anno. Nella maggior parte dei casi a fine cottura la ricetta richiede l’aggiunta del burro ma è possibile mantecare il risotto senza utilizzare questo ingrediente e ottenendo comunque una consistenza cremosa?

Ci sono molte persone intolleranti al latte oppure che hanno scelto per motivi etici o ancora salutistici di evitare il consumo di latte, burro, formaggi, ecc. Quando si prepara un risotto è molto importante mantecarlo per bene, ovvero amalgamare insieme e legare gli ingredienti in modo tale da ottenere un composto cremoso. Di solito per fare questo si utilizzano sostanze grasse come burro o panna, ma è possibile preparare comunque un ottimo risotto in versione vegan se si conoscono alcuni “trucchi” per sostituire gli ingredienti di origine animale.

Ecco 10 alternative al burro per mantecare un risotto 100% vegetale:

Olio extravergine di oliva

 
olio extravergine

Una sostanza grassa che può benissimo amalgamare un risotto e che spesso sottovalutiamo convinti che l’unica soluzione sia il burro è l’olio extravergine d’oliva, un prodotto sano e tipico della nostra tradizione. Una volta che il risotto è cotto aggiungete un cucchiaio o due (questo dipende dal quantitativo di riso che avete utilizzato) di olio mescolando energeticamente in modo tale che incorpori aria e possa formare una cremina.

Burro vegetale (meglio se fatto in casa)

Tra le possibili alternative al comune burro vi è il burro vegetale biologico che si trova disponibile nei negozi di alimentazione naturale. È realizzato a partire da oli vegetali addensati utilizzando la lecitina di soia (senza idrogenazione). Si può provare anche a realizzare in casa partendo dagli stessi ingredienti: oli vegetali (scegliete sempre quelli biologici), acqua e lecitina di soia. Qui trovate una ricetta. Si utilizza poi come il normale burro.

Farina di riso

La farina di riso è perfetta per una mantecatura completamente vegetale. Ne bastano 20 grammi ben sciolti in poca acqua calda da aggiungere a fine cottura mescolando in maniera veloce per ottenere una bella cremina.

Fagioli cannellini

 
fagioli cannellini

I fagioli cannellini per la loro consistenza ma anche per il sapore delicato ben si prestano a mantecare il risotto. Potete usare quelli già pronti in barattolo di vetro, vanno però prima frullati e diluiti con un po’ d’acqua. Usate la cremina così ottenuta per amalgamare al meglio il vostro risotto. 

Crema di sesamo (tahin)

La crema ricavata dai semi di sesamo, conosciuta anche come tahin o tahina, è molto saporita e gustosa ma va aggiunta in dosi moderate per evitare che dia un sapore troppo forte al risotto. Non è quindi adatta proprio a tutte le preparazioni, se volete sperimentarla aggiungetene un cucchiaio a fine preparazione amalgamando per bene e se necessario aggiungetene ancora (facendo sempre attenzione al sapore). Il tahin si trova da acquistare già pronto nei negozi di alimentazione biologica ma si può preparare anche facilmente in casa a partire dai semi di sesamo.

Crema di mandorle

La crema di mandorle ha un sapore molto delicato e gustoso che ben si sposa con la maggior parte dei risotti. Si utilizza un po’ come il tahin a fine cottura nella dose di un cucchiaio o due, a seconda del quantitativo di riso utilizzato, e si gira energicamente per ottenere una perfetta mantecatura.

Patata

La patata è in grado di aiutare a mantecare un risotto visto il suo contenuto in amido. Se volete provare questo utilizzo alternativo prendete una patata, grattugiatela finemente e fatela soffriggere per poco tempo prima di aggiungere il riso da tostare. Procedete poi alla normale preparazione del risotto. In questo modo la patata avrà tempo di cuocersi e rilasciare l’amido che renderà cremoso il vostro primo piatto.

Avocado

 
crema avocado

La polpa di avocado ha una consistenza che ricorda quella del burro. Per utilizzarla per mantecare un risotto potete schiacciarla bene con una forchetta (l’avocado deve essere maturo) oppure frullarla con un goccio d’acqua. Aggiungetene quando basta al vostro riso e mescolatela per bene.

Panna vegetale

Nei negozi di prodotti naturali e biologici potete trovare diverse opzioni di panna vegetale (soia, avena, riso), adatte alla mantecatura del risotto. Si utilizzano anche in questo caso a fine cottura.

Miso bianco

Una mantecatura molto raffinata è quella che prevede l’utilizzo di miso bianco e un po’ d’olio. Il miso è un condimento di origine orientale molto saporito che va usato con parsimonia. Nella preparazione del risotto se si utilizza questo ingrediente c'è da considerare che è necessario diminuire la dose di sale o brodo vegetale. Si fa sciogliere il miso bianco insieme ad un po’ d’olio e si aggiunge a fine cottura girando energicamente fino a che non si forma la cremina.

Francesca Biagioli

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram