Pasqua cruelty free

Mancano ormai pochi giorni alla Pasqua. Una festa per tutti ma non per alcuni animali, agnelli in testa, che in questo periodo dell'anno vengono macellati in maggiori quantità. Per questo, la Lav ha invitato ancora una volta tutti a festeggiare una Pasqua di solidarietà con il Pianeta e i suoi abitanti.

Sono circa 400 mila gli agnelli e i capretti che vengono uccisi ogni anno. Tuttavia, negli ultimi cinque anni si è registrato un crollo dei consumi della carne proveniente da questi animali. Basti pensare che nel 2010 gli agnelli e i capretti macellati nel nostro paese erano 4.834.473, mentre nel 2014 ne sono stati macellati 2.129.064, meno della metà.

Numeri incoraggianti, certo, ma nel mese di aprile dello scorso anno, in concomitanza con la Pasqua sono stati macellati comunque 371.932 agnelli e capretti.

Per noi anche un solo animale ucciso è troppo e continueremo la nostra opera di sensibilizzazione affinché si raggiunga la quota zero. L'aumentata consapevolezza di cosa c’è dietro/dentro un alimento è figlia dell’attenzione sempre più ampia alle variabili ambientali, etiche e salutistiche che caratterizzano un cibo. Nel caso dei piccoli ovicaprini è evidente una componente in più: l’empatia, che ha condotto negli ultimi cinque anni ad un più che dimezzamento del consumo di agnelli e capretti” dice Paola Segurini, responsabile settore Veg della LAV.

Ancora incerti sul menu da mettere a tavola? Ecco le golose portate suggerite dalla LAV e dalla blogger di cucina vegan Arianna Dall’Occo per festeggiare la Pasqua senza sacrificare vite animali.

Frittura di asparagi con maionese alla senape

Ingredienti

20 asparagi

150 g farina integrale

220 ml acqua fredda

150 g cucchiai pane grattugiato

1 mazzetto di prezzemolo

qb sale e pepe

150 g songino

200 g germogli soia

qb limone

qb olio extra vergine di oliva

qb olio di semi per friggere

Per la maionese:

80 ml di latte di soia non zuccherato

60 ml di olio di semi

40 ml di olio extravergine d’oliva

2 cucchiai di limone

1 cucchiaio di senape

½ cucchiaino di curcuma

sale

frittura asparagi

Preparazione

Tagliate la parte inferiore degli asparagi, lavateli e sbollentateli in acqua salata per 7/8 minuti. Lasciateli asciugare. A parte, in una ciotola setacciate la farina, aggiungendo sale e acqua fredda un po' alla volta fino ad ottenere una pastella liscia ma non troppo liquida.

Mescolate insieme a parte il pane grattugiato, il pepe e il prezzemolo tritato finemente. Passate gli asparagi nella pastella e poi nel pane grattugiato e lasciateli riposare in frigo per 30 minuti.

Unite in una tazza latte e sale e mischiate con un frullatore a immersione, aggiungendo l'olio, il succo di limone e infine la senape e la curcuma. Se l'impasto dovesse sembrarvi troppo denso aggiungete qualche cucchiaio di latte. Al contrario, se è troppo liquido aggiungete un po' d’olio.

Infine, condite i germogli con olio evo, sale, pepe e limone e mescolateli al songino. A quel punto potete friggere gli asparagi in olio bollente, servendoli caldi accompagnati dall'insalata e dalla maionese.

Pappardelle allo zafferano, piselli e nocciole

Ingredienti

2 cipolline fresche piccole

1 spicchio d’aglio

1 bustina di zafferano

50 ml vino bianco

qb olio evo

qb sale e pepe

Prezzemolo fresco

80 g nocciole sgusciate

pappardelle zafferano

Preparazione

Fate soffriggere l'olio e le cipolline fresche tritate finemente. Sfumate col vino e aggiungete lo zafferano. In un altro tegame fate un altro soffritto questa volta con aglio, aggiungendo poi i piselli e le fave, il sale, il pepe, il prezzemolo. Coprite e lasciate cuocere per circa 15 minuti con qualche cucchiaio di acqua bollente. Tritate le nocciole e tostatele per qualche minuto in padella.

Cuocete la pasta lasciandola al dente e versatela nel tegame con lo zafferano e le cipolle. Aggiungete poi le fave e i piselli e passatela a fiamma alta per un altro minuto mescolando bene. Se vi sembra asciutta, aggiungete pure qualche cucchiaio di acqua di cottura. Servite con un filo d'olio a crudo, il trito di prezzemolo fresco e infine le nocciole tostate.

Tofu marinato allo zenzero e tortino di carciofi e patate

Ingredienti

600 g tofu al naturale di buona qualità

2 bicchieri di vino bianco

1 limone

erbe aromatiche fresche (rosmarino, timo, salvia, maggiorana..)

prezzemolo

zenzero

aglio, sale e pepe

prezzemolo e timo

Per il tortino:

4 carciofi

4 patate medie

aglio

sale

pepe

prezzemolo

timo

olio

extravergine di oliva

tofu marinato

Preparazione

In una teglia versate vino, olio, succo e scorza di limone, aglio a pezzi, sale, pepe, zenzero grattugiato ed erbe aromatiche. Affettate il tofu e aggiungetelo ma lasciate marinare per 6/8 ore. Lessate le patate con la buccia e una volta cotte e fredde sbucciatele. Pulite i carciofi e tagliateli a spicchi sottili. Cuocete in un tegame con olio, aglio, sale, pepe e prezzemolo, per circa 10/15 minuti, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua.

Affettate le patate, condite con un olio, sale, pepe e timo e mescolate. Rivestite una teglia con carta forno, ungere e, usando degli stampini formate i tortini, alternando strati di patate e carciofo. Far cuocere in forno per 15 minuti con la funzione grill.

Poi passate al tofu. Infarinate le fette e lasciatele cuocere in una padella antiaderente con poco olio per qualche minuto fino a che non saranno dorate. Aggiungete il liquido di marinatura filtrato e cuocete ancora un minuto a fiamma alta per addensare il fondo di cottura. Sollevate con una spatola i tortini e poggiateli sul piatto con le fette di tofu. Servite spolverandoli con un trito di erbe aromatiche e pezzetti di zenzero.

Mousse di pastiera con granella di pistacchi

Ingredienti

150 g farina integrale

60 g zucchero di canna integrale

60 g margarina vegetale

2 cucchiai di vino biano

1 pizzico di sale

scorza di limone grattugiata

Ingredienti per la crema

200 gr di grano già cotto

350 ml di latte di soia alla vaniglia

70 gr di zucchero di canna

30 gr di farina scorza di limone e arancia grattugiate

100 ml di panna vegetale per dolci

granella di pistacchi per decorare

Mousse pastiera

Preparazione

Mescolate in una ciotola farina, sale, zucchero, scorza di limone e margarina fredda. Lavorate con le dita per formare tante briciole, unite il vino freddo e lavorate il composto fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Avvolgete in pellicola e tenete in frigo circa 30 minuti.

A parte unire in un tegame il grano con 150 ml di latte e 30 gr di zucchero, cuocete a fuoco basso per circa 30 minuti fino ad avere un composto cremoso. In un altro tegame unite 30 gr di farina, 40 gr di zucchero, la scorza di limone e arancia e 200 ml di latte poco per volta, mescolando con una frusta. Cuocete mescolando di continuo fino ad ottenere una crema. Aggiungetela al composto di grano, mescolate e lasciate raffreddare.

A questo punto non vi resta che montare la panna fredda con una frusta, unitela alla crema mescolando dal basso verso l’alto e lasciate il tutto in frigo.

Stendete la frolla in una sfoglia non troppo spessa, ritagliate dei dischi e metteteli nei pirottini. La cottura richiede 15 minuti in forno preriscaldato a 200°. Lasciate raffreddare e sformare poi riempiteli di crema e spolverate di granella.

Francesca Mancuso

Foto: LAV

LEGGI anche:

Pasqua: il menù vegan e cruelty free della LAV per salvare gli agnelli

Pasqua vegetariana: il menu della LAV per salvare gli agnelli

Pasqua cruelty free: un menu alternativo per salvare gli agnelli

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram