Surgelati FRoSTA, buoni e a impatto zero: quando mangiare pesce diventa una scelta 100% naturale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mangiare pesce più spesso di quanto siamo abituati? Magari! Se portarlo a tavola almeno un paio di volte a settimana significa avere un occhio di riguardo per la nostra salute, acquistarlo così di frequente è a volte parecchio complicato sia per i costi non sempre bassissimi, sia per la qualità. Siamo sicuri che quello che compriamo sia sempre fresco e di stagione? E, soprattutto, per chi è attento a questi temi, da dove proviene e come viene pescato il pesce che mangiamo?

Domande più che legittime per chi è alle prese ogni giorno con cosa proporre ai piccoli e ai grandi della famiglia. È proprio in casa, infatti, che i dubbi più atroci assalgono prima di preparare un piatto: c’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda, c’è chi cerca la varietà assoluta e chi mangerebbe sempre la stessa cosa. Ma come si fa ad accontentare tutti?

Una cosa rimane fondamentale: dalla qualità non si prescinde e conoscere i prodotti, da dove vengono e che processi hanno subito, è diventato quasi un obbligo, in particolare per ciò che riguarda proprio il pesce. In questo caso, al di là dei gusti e della “visibile freschezza” che ci porta a preferire un tipo di pesce piuttosto che un altro, non sempre sappiamo cosa troviamo effettivamente nel bancone.

Allora come fare perché il pesce, salubre e insostituibile nelle nostre diete per i suoi nutrienti, sia anche di provenienza certificata e, perché no, pescato con metodi rispettosi per l’ambiente?

Come scegliere il pesce migliore

Quello che sfugge ai compratori più distratti è in effetti che i nostri mercati sono invasi da pesci catturati con metodi non sostenibili. E non solo: in molti non sanno che a causa di un costante aumento del consumo di pesce, molte delle specie maggiormente commercializzate sono oggi al loro limite massimo di sfruttamento.

A tutto ciò si aggiungono tecniche di pesca da forte e rovinoso impatto sugli habitat delle diverse specie marine.

Allora una delle cose da non dimenticarci è di stare attenti al momento della spesa e comportarci da consumatori responsabili, facendo anche scelte di acquisto consapevoli:

  • al momento dell’acquisto, optiamo per i prodotti locali freschi e di stagione
  • scegliamo i prodotti catturati o allevati con metodi sostenibili
  • rispettiamo la taglia minima: non tutti sanno che la legge prevede per alcune specie misure minime al di sotto delle quali pesca e commercializzazione sono vietate
  • sosteniamo la piccola pesca artigianale
  • acquistiamo i surgelati!

I surgelati FRoSTA, il giusto compromesso tra la qualità e il gusto

Proprio così. La risposta delle risposte è nei surgelati: prodotti di qualità che siano al tempo stesso rispettosi dell’ambiente. Ma non sono tutti uguali!

A garantire prodotti di pesce surgelato 100% naturali, senza coloranti, senza aromi, senza additivi e senza esaltatori di sapidità, con particolare riguardo sia alla pesca che al packaging sostenibili, è FRoSTA, uno dei principali produttori europei specializzati proprio nella produzione di surgelati e che ha creato per i suoi prodotti “100% La Scelta Naturale”.

I surgelati FRoSTA a base di pesce provengono infatti dalla pesca sostenibile certificata MSC (Marine Stewardship Council), un’organizzazione no-profit indipendente con un programma di certificazione la cui finalità è verificare il rispetto di pratiche di pesca eco-sostenibili e legali assegnando un marchio blu a chi rispetta i criteri di valutazione.

Proprio sulla sostenibilità si basa il marchio FRoSTA e sono tantissime le attività che fin dalla sua nascita porta avanti per garantire prodotti sostenibili mirando a tre principi fondamentali:

  • stock ittici sostenibili: la pesca lascia in mare le risorse sufficienti per fare in modo che lo stock possa riprodursi e l’attività di pesca possa proseguire nel tempo
  • riduzione dell’impatto ambientale: la pesca è effettuata in modo da minimizzarne l’impatto, consentendo a piante e animali marini di prosperare
  • gestione della pesca ad hoc: la pesca dev’essere gestita dalle aziende in modo responsabile e nel rispetto delle leggi vigenti

Anche il packaging è sostenibile

FRoSTA ha avviato un percorso di riduzione della plastica introducendo nel surgelato un packaging completamente innovativo e ricorre a materiali grezzi certificati FSC (Forest Stewardship Council) e a colori e ad inchiostro a base di acqua.

Portare il pesce a tavola più spesso, allora? È molto più facile e conveniente di quanto si pensi: pesce da pesca sostenibile e poi sfilettato e surgelato direttamente a bordo e con FRoSTA andiamo sul sicuro.

Più facile di così?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook