Torta salata anti-spreco con psillio e foglie di barbabietola rossa, senza uova

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai pensato a quanti alimenti sprechiamo ogni giorno? E spesso non ne siamo neanche consapevoli. È il caso ad esempio delle foglie di barbabietola che ci capita di gettar via dimenticando che sono buone e ricche di proprietà. Vi presentiamo oggi la ricetta di una torta salata anti-spreco, in versione 100% vegetale grazie all’utilizzo di un ingrediente “legante”, particolare e ricco di proprietà: lo psillio.

Generalmente nelle ricette di torte salate o dolci utilizziamo le uova per amalgamare bene l’impasto ma chi non può consumare questo ingrediente o per le persone che hanno scelto di seguire un’alimentazione vegana, si trovano in commercio delle ottime alternative vegetali. In particolare lo psillio, perfetto per “legare” gli impasti ma anche vero e proprio “superfood”.

Si tratta di una pianta della famiglia delle Plantaginacee che proviene principalmente dall’India e di cui si utilizzano i semi maturi, il cui rivestimento esterno, chiamato cuticola (o buccia), è particolarmente prezioso.

Quali sono le particolarità dei semi di psillio?

Contengono molte fibre e mucillagini concentrate che, a contatto con l’acqua o altre bevande, si sciolgono formando un gel naturale. Tutto questo è particolarmente utile non solo ai fini della ricetta in cui vogliamo sostituire le uova ma anche per la nostra salute e nello specifico per il benessere dell’intestino (il gel di psillio ha infatti un effetto prebiotico e favorisce il transito intestinale). 

C’è da dire però che le bucce di psillio in commercio non sono tutte uguali, si trovano infatti in varie gradazioni di purezza. La media si attesta intorno al 95-98% ma NaturaleBio ha realizzato un prodotto migliore, le sue bucce di psillio sono pure al 99% (oltre che biologiche e certificate VeganOk). Ciò concretamente significa che contengono solo l’1% di materiale estraneo (sostanze che si trovano naturalmente nel prodotto e completamente innocue).

Inoltre, proprio come la ricetta che vi presentiamo oggi, anche lo psillio di per sé è un alimento Zero Waste. La cuticola o buccia, ovvero il rivestimento esterno dei semi, non si butta via ma anzi è proprio la parte più preziosa della pianta, quella maggiormente ricca di effetti benefici.

Come sempre, facciamo attenzione anche alla sostenibilità dei prodotti che acquistiamo. I superfood, a discapito di quello che si potrebbe pensare dato che arrivano da lontano, possono essere anche ecosostenibili. Nel caso dello psillio di NaturaleBio, la filiera è corta e controllata: è l’azienda stessa infatti ad importare direttamente i preziosi semini dal paese di origine senza intermediari, inoltre le spedizioni sono ottimizzate così da garantire meno inquinamento e un impatto ambientale più basso.

Fondamentale anche il packaging in cui sono confezionate le bucce di psillio, che in questo caso è aluminium-free così da poter essere più facilmente riciclato.

Lo psillio si può inserire in tantissime preparazioni: dai dolci al pane, dalle focacce  ai pancake, dai biscotti alle torte salate come quella che vi presentiamo oggi. Ecco la ricetta.

Torta salata con foglie di barbabietola rossa e tofu spalmabile

torta salata antispreco

Il “nostro” Roberto Cruciani, esperto di cucina anti-spreco, ci propone una torta salata completamente vegetale, semplice e veloce da preparare a base di foglie di barbabietola, una parte di questo ortaggio che viene spesso gettata via nonostante sia buonissima e ricca di proprietà.

Dato che si tratta di una preparazione in cui non si utilizzano ingredienti di origine animale, le uova sono state sostituite con la cuticola di semi di psillio NaturaleBio, fondamentale per rendere l’impasto morbido e “legato”.

Ecco tutti gli ingredienti che ci occorrono.

Ingredienti

Per la base

  • 300g di Farina
  • 100g di acqua
  • 80ml di olio d’oliva
  • 1 tbsp di psillio in 15/20 ml d’acqua
  • Sale

Per la farcitura

  • una manciata di foglie di barbabietola rossa
  • una manciata di bieta
  • 1/2 porro medio
  • 200g di tofu
  • 1tbsp di lievito alimentare
  • 1 tbsp di olio
  • 1/2 bicchiere d’acqua

Preparazione

  1. In una padella calda versate un giro d’olio e fate rosolare le foglie di barbabietola e la bieta per qualche minuto dopo averle salate, fino a quando le foglie saranno appassite e i gambi morbidi ma croccanti.
  2. Versate lo psillio nell’acqua e aspettate che gelifichi. Unite farina, acqua e olio, gel di psillio e un pizzico di sale e impastate fino ad ottenere un impasto morbido e liscio, che metterete da parte qualche minuto.
  3. Preparate la crema di tofu tagliandolo a cubetti e mettendolo in un blender insieme al lievito, olio, il sale e l’acqua. Frullate fino ad ottenere una crema liscia e non troppo liquida.
  4. Stendete l’impasto e mettetelo nella teglia, lasciando un bordo di qualche centimetro in eccesso. Spalmate la crema di tofu, unite le foglie rosolate, delle rondelle di porro crudo e chiudete i bordi della torta. Infornate a 180 gradi per 40 minuti.

Potete vedere tutta la preparazione e il risultato finale nel seguente video. 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook