O’Grin: ora anche Napoli ha un take-away tutto bio e vegan

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ora anche Napoli ha un take-away 100% bio e vegan. Ha aperto proprio ieri, martedì 17 giugno, in via Mezzocannone 83, il nuovo punto di ristorazione da asporto O’Green, che offrirà esclusivamente piatti preparati con ingredienti vegetali e biologici.

La promessa è di soddisfare le esigenze di chi in città va alla ricerca di pietanze e spuntini a tutta salute. L’idea di aprire un take-away bio-veg è nata da tre amici, Imma, Stefano e Luigi – che hanno deciso di unire le loro forze per dare vita a una nuova attività sfidando la crisi e colmando un vuoto rispetto alle offerte di ristorazione presenti a Napoli.

O’Grin, insomma, è il primo take-away etico, bio e vegan di Napoli, che di certo farà la gioia di chi ha scelto un’alimentazione consapevole e che probabilmente attirerà molti curiosi e coloro che sono alla ricerca di uno spuntino salutare a prezzi contenuti, tra cittadini e turisti.

Il locale è dotato di banconi e sgabelli, dunque sarà possibile gustare un piatto tutto bio e vegan anche sul posto. O’Grin nasce non soltanto come punto di ristorazione, ma anche come luogo d’incontro, dove mangiare più sano rispetto ai comuni take-away e fast food e dove scambiarsi opinioni. Gli ingredienti provengono da coltivazioni controllate, sono sempre freschi e di stagione. Il menù vegan è nato grazie alle scelte etiche che tutti e tre gli ideatori del progetto condividono.

“Mangiare vegano significa un minor impatto sulle risorse del nostro pianeta, che, è risaputo non sono infinite.”ha spiegato Stefano Manfredo, – “Significa un minor consumo di energia e di acqua, minor necessità di terra e di conseguenza minore deforestazione. Mangiare vegano fa bene alla salute. Mangiando bene si può vivere meglio e più a lungo. L’alimentazione vegana apporta numerosi benefici e a differenza di diete onnivore ha statisticamente una minore correlazione con alcuni mali tipici dei nostri tempi: obesità, sovrappeso, ipertensione, diabete, cardiopatie e cancro”.

ogrin

ogrin 1

ogrin 3

Come sarà il menù? Attenderemo il parere e le notizie di chi avrà l’occasione di assaggiarlo. Per il momento sappiamo che verranno proposti piatti della tradizioni italiana, alternati a piatti con sapori meno noti. Qualche esempio: pizza patate e rosmarino, cous cous con pomodorini e rucola, torta di mele rivisitata in chiave vegan, lenticchie alla tuca, frullati freschi e vini bio, a prezzi davvero alla portata di tutti.

Marta Albè

Fonte foto: facebook.com/ogrinapoli

Leggi anche:

A Milano il primo “take away” vegan per bimbi e famiglie

I Fast food vegetariani takeaway a Roma e a Milano

E se il fast food fosse vegetariano?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook