La Doggy Bag di design contro “vergogna” e sprechi alimentari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chiedere la doggy bag al ristorante, ecco una delle buone pratiche green di cui secondo noi non ci si dovrebbe vergognare. Perché gli avanzi al ristorante dovrebbero finire tra i rifiuti se possono essere facilmente recuperati? Ecco allora che contro imbarazzo e soggezione arrivano le doggy bag di design.

Dunque dopo un pranzo o una cena al ristorante non dimenticate di chiedere di poter portare a casa con voi ciò che è avanzato su piatti e vassoi. È un vostro diritto ed è un modo intelligente per evitare inutili sprechi alimentari rispetto a del cibo ancora perfettamente commestibili.

Per facilitare i cittadini in questa utile ma non sempre semplice richiesta arriva il progetto “Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi”, che si pone l’obiettivo di contrastare gli sprechi alimentari al ristorante (e in qualsiasi altro luogo in cui vengano serviti pasti alla clientela).

Si tratta comunque di un cambio di mentalità che deve partire proprio da noi cittadini. Anche se dovessimo frequentare ristoranti soltanto un paio di volte all’anno, il nostro buon esempio nella richiesta della doggy bag per portare a casa gli avanzi sarà prezioso e incoraggerà gli altri a fare altrettanto.

Il progetto per le doggy Bag di design è nato grazie a Comieco e Slow Food, che hanno unito le loro forze per trasformare la doggy bag in uno strumento dall’aspetto gradevole, oltre che facile e comodo da utilizzare.

I contenitori sono stati pensati sia per il cibo che per le bevande ed ognuno di essi è stato illustrato ad arte. Quante volte vi sarà capitato di trovarvi di fronte a portate troppo abbondanti al ristorante e di dover rinunciare a terminare tutto ciò che era stato servito nei vostri piatti?

Una doggy bag di design è la nuova proposta per aiutare tutti i noi a cambiare mentalità. Speriamo che anche i ristoranti possano darci una mano nel ricordare a tutta la clientela che è possibile portare a casa gli avanzi di cibo senza problemi per evitare gli sprechi alimentari.

doggy bag design 1

Il progetto parte dalla Lombardia e speriamo che venga presto estero in tutta Italia. Slow Food ha già coinvolto 75 ristoranti milanesi e lombardi che da aprile 2015 avranno a disposizione gratuitamente un kit di doggy bag di design che potranno riservare ai propri clienti. E allora diciamo ‘No’ agli sprechi alimentari e impariamo a chiedere la doggy bag senza paura.

Marta Albè

Leggi anche:

Doggy Bag: 10 motivi per non vergognarsi di chiederla al ristorante o in hotel

Doggy bag: a chiederla è solo 1 italiano su 3

Sprechi zero: esci dal ristorante con la Doggy Bag

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook