Slow_foodGiovani di tutta Italia pronti a onorare la buona cucina? Dal 22 febbraio al 7 marzo, tutti i ragazzi al di sotto dei 26 anni potranno gustare le specialità dei migliori ristoranti della Penisola a prezzi scontati. Tornano, infatti, dopo tredici anni di assenza, le Settimane del Gusto organizzate da Slow Food Italia e presentate ieri al Caffé Trussardi di Milano con l'obiettivo di rilanciare il valore della convivialità e avvicinare giovani curiosi alla gastronomia.

In oltre 100 ristoranti tra i più rinomati d'Italia (la lista dei locali che aderiscono è consultabile qui) verranno preparati menù a prezzi scontati e iniziative speciali per far toccare con mano ai ragazzi il piacere della buona cucina. Due settimane che, oggi più di allora (la manifestazione fu organizzata per la prima volta nel 1993) riprendono il filo idealmente interrotto tredici anni fa (era il 1997 l'anno in cui fu organizzata l'ultima edizione) anche se, rispetto agli anni novanta, la scena appare profondamente mutata non solo nei ristoranti che aderiscono, ma soprattutto nell'approccio con cui si parla oggi di gastronomia e alta cucina, quest'ultima sempre meno cosparsa da quell'alone di sacralità che la caratterizzava fino a po' di anni fa.

"La proposta dei ristoranti sarà cucita su misura per i giovani" commenta Marco Bolasco, Direttore di Slow Food Editore "nell'ottica di un primo incontro con queste realtà troppo spesso vissute dalle nuove generazioni come luoghi difficili da avvicinare e sperimentare".

Ed è così che anche nei locali superstellati è cresciuto il rapporto tra cibo e territorio nonché l'interesse verso le tematiche della stagionalità e della sostenibilità, che emerge anche dalle testimonianze dei ristoranti che hanno aderito all'iniziativa "come quella del ristorante Amerigo di Savigno (Bo) il cui chef ha proposto di portare i ragazzi a fare la spesa nel territorio o Gualtiero Marchesi (Albereta - Erbusco, Bs) che ha lanciato l'idea di essere presente a tavola con i giovani", conclude Bolasco a cui fa eco Roberto Burdese, Presidente di Slow Food Italia: "Le Settimane del Gusto sono innanzitutto una grande occasione per i giovani. Per noi l'educazione al gusto si fa in primo luogo in famiglia, poi nelle mense scolastiche e, anche, nei ristoranti. L'esperienza di conoscere l'alta cucina italiana può lasciare il segno su quelle che saranno le scelte alimentari delle generazioni future".

Settimane_del_gusto_slow_food

Ma come funziona? Per usufruire degli sconti, basta avere meno di 26 anni (non barate, anche perché potrebbero richiedere il documento d'identità), scegliere il ristorante dall'elenco presente sul sito dedicato e telefonare al locale per garantirvi un posto a tavola specificando che intendete partecipare alle "Settimane del gusto".

Il periodo di partecipazione all'iniziativa varia da ristorante a ristorante per cui verificate bene sulle schede dei singoli locali (dove troverete oltre ai recapiti anche le differenti offerte messe a punto e l'indicazione della proposta gastronomica) e, fatta la vostra scelta, non vi resta che iniziare a farvi venire l'acquolina in bocca.

Info ed elenco aggiornato dei locali aderenti su: www.settimanedelgusto.it

Simona Falasca



casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram