@derkien/123rf

Ramen: la zuppa di noodles in versione vegana, ispirata al capolavoro “Ponyo sulla scogliera” dello Studio Ghibli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco come preparare il ramen giapponese in versione vegana. La ricetta che vi consigliamo è tratta dal libro “La cucina incantata”, edito da Trenta Editore ed è ispirata al capolavoro d’animazione “Ponyo sulla scogliera”, diretto da Hayao Miyazaki

Il ramen è uno dei piatti giapponesi più amati in assoluto in Oriente e non solo. Negli ultimi anni è ormai diventato famoso in tutto il mondo, Italia compresa. Si tratta di una zuppa a base di spaghetti di grano (noodles), serviti in brodo di carne o pesce. Quella che vi proponiamo oggi, però, è una ricetta in versione vegana, ma ugualmente gustosissima. Il piatto è ispirato al celebre film di animazione “Ponyo sulla scogliera” dello Studio Ghibli.

Leggi anche: Onigiri: la ricetta delle polpette di riso giapponesi, ispirata al capolavoro “La città incantata” di Miyazaki

Ingredienti per 4 persone

Per il brodo:

3,5 l di acqua
1 costa di sedano
1 carota
1 porro
1 pak choi
salsa di soia
2 cucchiaini di pasta di miso
Sale

Per il condimento:

2 cipollotti freschi
340 g di noodles
12 funghi Shiitake essiccati
30 g di alga wakame
1 cucchiaio di olio di semi di sesamo

Preparazione

Preparate dell’acqua calda in una ciotola e immergetevi i funghi Shiitake interi per 5 ore. Mettete a bollire 3,5 lt di acqua con le verdure e gli aromi; a 10 minuti dall’inizio della bollitura, togliete il cavolo cinese. Poco prima di fine cottura del brodo unite i funghi e la loro acqua filtrata. Immergete l’alga wakame in acqua fredda per 10 minuti.

Saltate in padella i funghi Shiitake, i cipollotti tagliati a rondelle fini e l’alga wakame, con un po’ d’olio di sesamo bollente. Metteteli da parte e conservate la parte verde che userete per decorare. Cuocete i noodles in acqua bollente per un paio di minuti. In ogni ciotola adagiate un nido di noodles, 3 funghi Shiitake, del brodo, un nido di alga wakame e 1⁄4 di cavolo pak choi. Friggete il cipollotto, dividetelo a metà e mettete ogni pezzo in un piatto.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook