Pici toscani: la ricetta passo passo per prepararli in casa e come condirli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pici, ecco la ricetta per preparare una pasta fresca fatta in casa a base di acqua e farina tipica della tradizione toscana. Primo piatto “povero” dalla forma allungata, è condito solitamente con sugo all’aglione o con le briciole, ma ben si sposa anche con altri tipi di condimenti come ragù di carne o sughi vegetali.

Pici, storia ed etimologia

Ricetta antichissima, nata nel sud della provincia senese, è preparata ormai in tutta la Toscana. Questa pasta fresca ha origini contadine, da qui l’assenza delle uova fra i suoi ingredienti. Molti la fanno risalire addirittura agli Etruschi, essendo state ritrovate, in un monumento funerario risalente al V secolo a.c., tracce di una preparazione culinaria che, nell’aspetto, ricorda, appunto, i pici. Il nome, invece, pare derivi dagli antichi romani, in particolare dall’antico gastronomo Marco Gavio Apicio (25 a.C.37 d.C.). Altri suggeriscono che si tratti, semplicemente, di una derivazione del dialetto locale visto che sul monte Amiata si declina il verbo “appicciare” proprio durante la preparazione di questa pasta.

È possibile acquistare questo formato di pasta già pronto in tutta la regione Toscana (e non solo), sia fresco, nei banchi frigo, che secco negli scaffali dei negozi o della grande distribuzione.  Inoltre non c’è ristorante tipico toscano che non li citi nel suo menù. Prepararli in casa, però, non è difficile e, per farlo, non occorrono nemmeno grandi doti culinarie.

Pici fatti in casa: procedimento passo passo

Autoprodurre e preparare i pici in casa è davvero semplice, soprattutto con l’ausilio di alcuni attrezzi che velocizzano il procedimento, come, ad esempio, la chitarra, l’accessorio per la macchina della pasta, il  torchio o il particolare mattarello a righe, anche se, il metodo antico e verace, rimane quello di filarli rigorosamente a mano. Una volta preparato l’impasto, basterà farlo un po’ riposare e poi lavorarlo con le mani facendolo rotolare sul pianale fino ad ottenere una pasta molto lunga, affusolata e irregolare, che ricorda un po’ la tipica forma degli spaghetti.

L’impasto dei pici, come da tradizione, è preparato con la farina 0; per la nostra ricetta invece abbiamo scelto di utilizzare della farina 2 che ha conferito a questa pasta una corposità davvero superlativa.

Ingredienti

  • 500 gr di farina 2
  • 300 gr di acqua

  • Tempo Preparazione:
    60 minuti circa
  • Tempo Cottura:
    3 minuti circa
  • Tempo Riposo:
    30 minuti
  • Dosi:
    per 4 persone
  • Difficoltà:
    bassa

Come preparare i pici: procedimento

 

  • Mescolare in una ciotola l’acqua e la farina,
  • trasferirli poi su una spianatoia leggermente infarinata e lavorare energicamente il composto per dieci minuti ottenendo così un impasto liscio e non appiccicoso,
pici 1
  • coprirlo con un ciotola e farlo riposare per mezz’ora.
  • Trascorsa la quale spianare l’impasto con un mattarello fino a conferirgli uno spessore di circa un centimetro e mezzo,
  • tagliare delle strisce e lavorarle facendole scorrere sul piano di lavoro con i palmi delle mani fino ad allungarle molto facendo però attenzione a dare uno spessore omogeneo a tutti i pici,
pici 2
  • infarinarli con della farina aggiuntiva, porli su un vassoio infarinato, e conservarli in frigorifero fino al momento di cuocerli in acqua bollente salata per circa tre minuti
pici 3

Come condire i pici?

I Pici possono essere serviti con diversi condimenti; dei sughi corposi, sia vegetali che di carne, sono il loro intingolo ideale. Oggi giorno, nelle zone più interne della Toscana, è consuetudine servirli con del sugo di carne locale come cinghiale, lepre o cinta senese; lungo la costa della regione, invece, sono di sovente proposti con dei sughi di pesce e crostacei. Tuttavia, ci sono tre condimenti ticipi con i quali è possibile servirli in tavola:

pici 8

Pici alle briciole:

Per preparare questo piatto basterà semplicemente frullare del pane raffermo toscano, rigorosamente sciapo, in un robot da cucina, e tostarlo a seguire in una padella capiente insieme a delle acciughe, all’olio evo e al peperoncino. Cuocere i pici in acqua bollenta salata, a cottura ultimata scolarli, mantecarli con il condimento e servire subito.

Pici all’acciugata:

Piatto semplice a base di acciughe, si prepara davvero in pochi minuti. Per cucinarlo si dovrà far rosolare uno spicchio d’aglio schiacciato in abbondante olio d’oliva insieme a qualche acciuga e a del peperoncino, a seguire, si dovranno mantecare al suo interno i pici cotti in precedenza in acqua bollente salata.

Pici all’aglione:

Piatto interamente vegetale della Val di Chiana, è preparato con del pomodoro fresco e con l’aglione, aglio tipico della zona. di grandi dimensioni e dal sapore gradevole. Qualora non si riesca a reperire, è possibile sostituire l’aglione con dell’aglio Italiano di ottima qualità. Preparare i pici all’aglione è facile ma si dovrà avere l’accortezza di non far soffriggere l’aglio, questo, infatti, cuocendo dolcemente, conferirà al piatto finito un delicato e gravevole aroma.

Ingredienti

  • 500 gr di pici
  • 500 gr di datterini
  • 5 spicchi d’aglio
  • 5 cucchiaio d’olio evo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco o acqua
  • sale q.b.

  • Tempo Preparazione:
    10 minuti
  • Tempo Cottura:
    30 minuti circa
  • Tempo Riposo:
  • Dosi:
    per 4 persone
  • Difficoltà:
    bassa

Come preparare i pici all’aglione: procedimento

  • Mettere l’olio in una padella capiente,
  • sbucciare e schiacciare l’aglio e metterlo nella padella, aggiungere l’acqua o il vino, coprire con un coperchio e cuocere a fuoco moderato per quindici minuti, l’aglio non dovrà mai soffriggere, si abbia quindi l’accortezza di aggiungere eventuale altro liquido qualora dovesse terminare.
pici 4
  • Nel frattempo lavare e tagliare i pomodori,
  • trascorsi i quindici minuti schiacciare l’aglio con una forchetta e aggiungere i pomodori datterini,
  • regolare di sale, aggiungere un po’ d’acqua e far cuocere fino a raggiungere la densità desiderata, se si gradisce si potrà anche frullare il sugo.
pici 6
  • Cuocere quindi i pici per due/tre minuti in acqua bollente salata e a cottura scolarli e mantecarli nel sugo all’aglione,
pici 7
  • quindi impiattare e servire subito.
pici 9

Ti potrebbero interessare anche altre:

ricette di pasta fresca fatta in casa

Ilaria Zizza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Foodblogger da sempre appassionata di cucina, ricette sane - con particolare attenzione a quelle della tradizione - e di riciclo culinario. Dal 2012 ha incanalato questa passione su MammaIlaria.com
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook