Come fare la confettura di petali di papavero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il papavero è una pianta spontanea dall’azione sedativa e antitussiva. I petali del papavero sono commestibili e possono essere utilizzati per decorare piatti, preparare sciroppi e realizzare confetture. Vediamo come preparare in modo semplice la confettura di petali di papavero.

Caratteristiche del papavero

Il papavero , o rosolaccio, (Papaver rhoeas L.) è una pianta annuale della famiglia delle Papaveraceae, molto comune e diffuso spontaneamente nei campi di grano e nei prati incolti.

Questa pianta erbacea presenta una rosetta di foglie basali dalle quali in primavera si ergono dei fusti fiorali. I fiori del papavero sono composti da petali rossi con un unghia nera e, dopo la fioritura, dai fiori si sviluppano frutti ricchi di piccoli semi neri.

Proprietà e usi del papavero

La droga della pianta è rappresentata dai petali che contengono antocianosidi e deboli quantità di alcaloidi, tra cui la rhoadina. I petali del papavero essiccati vengono utilizzati in tisana per le proprietà emollienti e blandamente sedative, per lenire la tosse e per favorire il rilassamento e il sonno.

Tutta la pianta di papavero è commestibile: le giovani foglie si raccolgono prima della fioritura e si consumano crude in insalata o cotte; i semi vengono utilizzati per decorare insalate, minestre e prodotti da forno; i petali freschi si usano invece con moderazione per decorare piatti vari, colorare salse e dolci oppure per preparare sciroppi e confetture.

Marmellata di petali di papavero, la ricetta

Di seguito, ecco la ricetta per preparare una marmellata utilizzando i petali di papavero.

Ingredienti

350 grammi di petali di papavero
4 mele renette
1 kg di zucchero di canna
il succo di un piccolo limone

Procedimento

Lavate e tagliate a dadini le mele senza privarle della buccia, sistematele in una pentola con un bicchiere d’acqua e il succo di limone e lasciatele cuocere per circa venti minuti a fuoco basso.
Nel frattempo preparate uno sciroppo denso facendo sciogliere lo zucchero in circa 250 millilitri di acqua, sempre a fuoco basso.

Frullate le mele e aggiungetele allo sciroppo quando questo inizia a bollire. Lavate e tagliate finemente i petali di papavero e uniteli al purea di mele e allo sciroppo e lasciate cuocere per altri 20 minuti prima di versare il composto in vasetti sterilizzati.
Fate raffreddare la marmellata nei vasetti chiusi ermeticamente e capovolti, così che si crei il sottovuoto.

Potete consumare la marmellata dopo 12 ore e, una volta aperta, dovrete conservarla in frigorifero.

Fonte di riferimento: Cucinare con i fiori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook