Fave e cicoria: la ricetta tradizionale pugliese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ricco di proteine e molto versatile in cucina, questo piatto di fave e cicoria è tipico della tradizione pugliese, ma in realtà è un piatto che si trova in tutte le cucine contadine del sud Italia, sia perché è una pietanza low-cost e nutriente allo stesso tempo, sia perché può abbinarsi a moltissimi ingredienti.

Spalmato su fette di pane tostato diventa un delizioso antipasto, accanto alla cicoria diventa un primo piatto pugliese, ma potete gustarlo anche semplicemente così, accompagnato magari da un filo di olio piccante e dei crostini fritti.

Ingredienti

  • 400 g di fave secche decorticate
  • bicarbonato di sodio
  • sale q.b.
  • acqua q.b.
  • olio extra vergine di oliva
  • cicoria
  • 1 patata
  • 2 foglie di alloro

  • Tempo Preparazione:
    55 minuti
  • Tempo Cottura:
  • Tempo di ammollo:
    12 ore
  • Dosi:
    per 2 persone
  • Difficoltà:
    bassa

Preparazione:

Lasciate le fave in ammollo, con due prese abbondanti di bicarbonato di sodio, per 12 ore circa; poi sciacquatele abbondantemente sotto l’acqua corrente e trasferitele in una pentola, copritele d’acqua, aggiungete 2 prese di sale e le foglie di alloro e mettetele sul fuoco, quindi lasciatele bollire fino a quando la pellicina che le ricopre non inizierà a staccarsi, a metà cottura aggiungete la patata per donare cremosità e consistenza al piatto.

Nel frattempo lessate la cicoria in acqua bollente, salate e scolate.

A questo punto lasciate riposare il purè di fave e poi potrete impiattare insieme alla cicoria, aggiungendo dell’olio a crudo come condimento, volendo potrete aggiungere anche dei crostini di pane.

Verdiana Amorosi

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook