Quali cibi preferite scegliere biologici quando fate la spesa? Mangiare biologico significa aiutare l'organismo a liberarsi dai pesticidi accumulati con gli alimenti provenienti dall'agricoltura convenzionale.

Secondo un nuovo studio, mangiare bio per una settimana riduce drasticamente i livelli di pesticidi nel sangue. Cosa non dovrebbe mai mancare in una dispensa bio? Ecco alcune indicazioni utili.

1) Mele

Le mele, purtroppo, sono tra i frutti più interessati dall'impiego di pesticidi. Acquistare una mela convenzionale ci obbliga a sbucciarla per mangiarla. Lavarla bene potrebbe non bastare per liberare la buccia, ricca di sostanze nutritive benefiche, da composti indesiderati. Il consiglio è dunque di scegliere mele bio o comunque non trattate per poterle mangiare con sicurezza con la buccia.

Leggi anche: Mele: 5 buoni motivi per mangiarle con la buccia

2) Cetrioli

Per quanto riguarda gli ortaggi, secondo l'Environmental Working Group sono i cetrioli a presentare il maggior quantitativo di residui di pesticidi, almeno negli Stat Uniti. Ma come possiamo essere certi della sicurezza dei cetrioli e delgi altri ortaggi che vengono coltivati in Italia? Ecco dunque l'importanza di coltivare il proprio orto e di scegliere prodotti bio da agricoltori fidati. In attesa del prossimo aggiornamento del Rapporto Pesticidi nel Piatto di Legambiente.

Leggi anche: Pesticidi nel piatto 2012: attenzione al multi residuo

3) Farina

La farina bio, magari macinata a pietra, è un ingrediente indispensabile per chi ama preparare in casa il pane, ma anche la pasta, i grissini, le torte e qualsiasi altro prodotto da forno utile per l'alimentazione sana in famiglia. Scegliete le farine migliori, spaziando per differenti tipologie, in modo che i vostri piatti siano sempre appetitosi e variegati.

4) Olio di lino e di canapa

L'olio di lino e l'olio di canapa sono una fonte preziosa di acidi grassi benefici per il nostro organismo. È importante che questi oli siano biologici e spremuti a freddo, in modo che siano puri, privi di sostanze indesiderate e che mantengano tutte le caratteristiche nutritive di cui abbiamo bisogno. Vanno utilizzati a crudo come condimento o come integratori completamente naturali per l'alimentazione, con particolare riferimento agli omega 3.

Leggi anche: Olio di lino: benefici, come utilizzarlo e conservarlo

5) Semi di zucca e di girasole

Semi di zucca e di girasole, ma anche altre tipologie di semi salutari, come i semi di papavero, di canapa e di lino, rappresentano degli alimenti molto ricchi di sali minerali preziosi. I semi che troviamo normalmente al supermercato di solito sono tostati e salati, mentre nei negozi di prodotti naturali troviamo semi bio al naturale, le cui caratteristiche principali non sono state alterate dai trattamenti industriali.

Leggi anche: Semi di zucca: 10 proprietà benefiche

6) Frutta secca e essiccata

La frutta secca (mandorle, noci, nocciole, anacardi...) e la frutta essiccata (prugne, albicocche, fichi, datteri...) è ricca di sali minerali, vitamine e proteine. Nella versione convenzionale può però contenere zuccheri aggiunti oppure sale, a seconda della tipologia del prodotto, che potrebbe presentare anche dei conservanti, mentre di solito le versioni bio non sono tostate e sono prive di ingredienti aggiuntivi.

7) Fiocchi di cereali

Li trovate facilmente nei negozi di prodotti biologici. Si tratta di fiocchi di cereali o di cereali soffiati (ad esempio riso soffiato o mais soffiato) che non vengono arricchiti con gli zuccheri e gli aromatizzanti tipici dei prodotti per la colazione. Sono fiocchi di cereali al naturale venduti in confezioni di cartone o sacchetti che potrete utilizzare per colazione, ad esempio per preparare il vostro muesli personalizzato, ma anche per arricchire altri piatti, come zuppe e minestre in modo davvero rapido.

8) Uva

Si avvicina la stagione dell'uva. Ecco uno dei frutti che è quasi impossibile mangiare senza buccia. E tra l'altro, proprio la parte esterna degli acini d'uva sarebbe la più ricca di polifenoli. Dunque, con l'avvicinarsi del periodo della vendemmia, informatevi sulla possibilità di acquisto di uva biologica o comunque non trattata nella vostra zona, a meno che non abbiate già un bel pergolato d'uva coltivato in modo naturale nel vostro giardino.

9) Agar agar

L'agar agar è un prezioso aiuto in cucina per chi è alla ricerca di un gelificante naturale completamente vegetale adatto soprattutto alla preparazione di confetture, marmellate, gelatine, budini fatti in casa e torte estive. Lo trovate facilmente soprattutto in polvere (in bustine o in barattoli) nei negozi di prodotti biologici.

Leggi anche: Agar agar: la gelatina vegetale dalle alghe. proprietà, usi e dove trovarlo

10) Miso

Il miso è un condimento a base di soia fermentata tipico della cucina orientale. È perfetto per preparare un buon brodo in pochi minuti e potrete utilizzarlo in sostituzione del dado da cucina convenzionale. Il miso bio si trova facilmente nei negozi di prodotti naturali, su internet e in erboristeria. Scegliere bio permette in questo caso di evitare la soia Ogm.

Leggi anche: Zuppa di miso al tofu

Questo elenco contiene soltanto alcune indicazioni di massima. Ognuno di voi potrà comporre la lista della spesa, bio e non, a seconda dei propri gusti e delle proprie necessità. Ricordate anche di scegliere frutta e verdura il più possibile di stagione, oltre che bio, magari affidandovi ai Gruppi d'Acquisto Solidale e alle aziende agricole presenti nella vostra zona.

Quali sono i cibi che preferite scegliere bio?

LEGGI anche: 10 alimenti che sarebbe meglio scegliere biologici

Marta Albè

Leggi anche:

10 cibi che sarebbe meglio non comprare
casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram