Farmer market alla Casa Bianca

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Michelle Obama non demorde. E continua nella sua piccola, ma significativa, rivoluzione verde. Ci aveva già provato qualche tempo fa, quando decise di impiantare un orto biologico nei giardini della residenza presidenziale. Le sue foto, armata di vanga e rastrello, o alle prese con cespi di lattuga, hanno fatto il giro del mondo tanto da spingere perfino la regina Elisabetta a seguire il suo esempio. Purtroppo il sogno è stato di breve durata: il terreno della Casa Bianca è risultato infatti irrimediabilmente inquinato dalle acque di scarico, ricche di piombo e quindi altamente nocive, usate come fertilizzante durante la presidenza Clinton degli anni Novanta.

Adesso gli Obama ci riprovano, e danno la loro benedizione all’apertura delle bancarelle dell’associazioneFresh Farm Markets proprio a due passi dalla Casa Bianca. Pare che nella decisione abbia avuto un ruolo rilevante Sam Kass, cuoco di fiducia della coppia presidenziale e attualmente in forza nella “First Kitchen” americana.

Dal 17 settembre al 29 ottobre, ogni giovedì dalle 15:00 alle 17:00 le bancarelle venderanno frutta, verdura, formaggi, carne, latte, yogurt, uova, conserve e prodotti da forno biologici, prodotti da piccoli coltivatori locali. Merce quindi a “kilometro zero”, che consente di limitare il consumo di carburante e le conseguenti emissioni di CO2, riducendo quindi anche i costi. Quello che non si riduce è invece il gusto dei prodotti biologici, così diversi dal cibo spazzatura che tanti americani (ma non solo, ahi noi) sono abituati a mangiare. L’apertura del mercatino, e la risonanza che avrà a livello mondiale grazie ai mezzi di informazione, potrà quindi forse contribuire alla diffusione di una cultura alimentare più sana ed ecosostenibile. Quale sarà la prossima mossa di Michelle?

Sara Pietrantoni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook