panettoni

Fare il panettone in casa è un’impresa quasi impossibile! La maggior parte delle volte l’impasto non mantiene il proprio volume e si sgonfia durante la cottura, oppure non viene come ce lo aspettiamo e, nonostante la fatica fatta per impastare e rimpastare per giorni, restiamo delusi dal risultato. E così viene da chiedersi, vale davvero la pena fare il panettone in casa? Sì, ma non con la ricetta classica, che richiede temperature particolari e camere di lievitazione che in casa non abbiamo. E allora?

Ecco la ricetta per fare un impasto simile a quello del panettone, di cui garantisco personalmente il risultato. La sola cosa cui dovete fare sempre attenzione è la temperatura e i tempi di cottura: lasciarli 2-3 minuti in più nel forno vuol dire trasformare dei soffici panettoncini in mattoni da tirare al muro (lo dico perché la prima volta che li ho fatti è andata esattamente così).

Ingredienti per circa 8 panettoncini:

  • 500 g di farina 1 (possibilmente macinata a pietra)
  • 15 g di lievito (dal cubetto)
  • 250 g di latte (anche di soia)
  • 70 g di burro (oppure 50 g di olio extra vergine di oliva)
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero di canna
  • 2 prese di sale
  • 100 g di ciliegie candite a pezzetti (oppure per chi non ama i canditi gocce di cioccolato)
  • 50 g di gherigli di noci sbriciolati
  • 1 uovo + un goccio di latte per la spennellatura
  • zucchero di canna per la decorazione

Preparazione:

Sciogliete il lievito nel latte tiepido fino ad ottenere un liquido omogeneo, versatelo in una ciotola sulla farina setacciata, aggiungete lo zucchero e impastate velocemente per amalgamare tutti gli ingredienti.

Aggiungete il burro a tocchetti (a temperatura ambiente), le uova, il sale e impastate ancora fino ad ottenere un impasto elastico e liscio; poi aggiungete le ciliegie candite (o gocce di cioccolato), le noci sbriciolate e rimpastate per distribuirle uniformemente.
Poi oliate una terrina, adagiateci la pasta, copritela con una pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa 3-4 ore in un luogo tiepido, al riparo da correnti d’aria.

Una volta lievitata la pasta, riprendetela e – toccandola il meno possibile – fatene delle monoporzioni da circa 80-100 g l’una, sistematele nei pirottini per mini-panettoni (si trovano nelle grandi cartolerie o nei casalinghi forniti), copriteli con un panno e lasciateli lievitare altri 40 minuti circa.

A questo punto preriscaldate il forno a 220 gradi (statico), spennellate la superficie di ciascun panettoncino con un uovo battuto diluito con un goccio di latte e infornate per soli 8-10 minuti (o fino a quando la superficie dei panettoncini sarà ben dorata).

Una volta cotti, sfornate, spolverizzate con dello zucchero di canna, lasciate freddare e servite!

foto e testi: Verdiana Amorosi

www.lacucinadiverdiana.it

LEGGI anche:

Panettone con pasta madre (ricetta vegan)

Panettone fatto in casa: ricetta classica e con gocce di cioccolato

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram