Pesche sciroppate: come prepararle in casa

pesche sciroppate ricetta

Le pesche sciroppate, ecco una conserva tipicamente estiva che può essere preparata in casa con pochi e semplici ingredienti. Scegliete pesche giunte al perfetto punto di maturazione, né troppo dure né troppo morbide.

Preferite pesche biologiche o comunque che non siano state trattate con pesticidi e insetticidi. Se avete a disposizione un albero di pesche nel vostro giardino, grazie a questa ricetta potrete gustarle anche fuori stagione e, soprattutto, conservarle evitando qualsiasi spreco.

Ingredienti e occorrente:

1 chilo di pesche
1 litro d'acqua per lo sciroppo
1 limone
500 grammi di zucchero di canna chiaro bio
Barattoli di vetro con coperchio
Pentole e acqua bollente per sterilizzare i barattoli

Preparazione:

1) Sterilizzate i barattoli di vetro e i loro coperti portandoli ad ebollizione in acqua bollente e lasciando sobbollire per 10 minuti. Lasciate raffreddare i barattoli direttamente nell'acqua e quando saranno pronti asciugateli accuratamente con un panno pulito. Scegliete le dimensioni dei barattoli in modo che la pentola a vostra disposizione possa contenerli.

2) Lavate e pelate le pesche. Eliminate i noccioli e tagliatele a metà o in quattro spicchi. Immergetele brevemente in una ciotola d'acqua acidulata con il succo di un limone, in modo che non si anneriscano, e disponetele su di un vassoio.

3) In una pentola scaldate l'acqua necessaria per la preparazione dello sciroppo, aggiungete lo zucchero, mescolate, portate ad ebollizione e lasciate sobbollire per soli 10 minuti. Versate le pesche nello sciroppo e cuocete per altri 10 minuti a fuoco basso.

4) Spegnete la fiamma e con un mestolo forato raccogliete le pesche dalla pentola e sgocciolatele. Quindi dovrete versarle nei barattoli di vetro già sterilizzati e asciutti.

5) Rimettete lo sciroppo sul fuoco per alcuni minuti e mescolare con un cucchiaio di legno fino a farlo addensare. Quindi versate lo sciroppo nei barattoli con le pesche e chiudeteli con il loro coperchio.

6) Sterilizzate i barattoli in una pentola con acqua bollente per 20 minuti. Lasciate raffreddare completamente acqua e barattoli prima di estrarli dalla pentola. Quindi asciugateli e riponeteli in dispensa.

Le pesche sciroppate preparate in casa possono essere gustate anche subito, ma si consiglia di lasciarle riposare per almeno 15 giorni in dispensa, in modo che si possano insaporire. I barattoli di pesche sciroppate possono essere conservati al buio, in cantina o in dispensa, per almeno 6 mesi. Ricordate di etichettare i barattoli indicando la data di preparazione.

Marta Albè

Fonte foto: recipejourney.com

LEGGI anche:

Conserve biologiche fatte in casa: la Guida

Marmellata senza zucchero aggiunto: 5 gustose ricette fai-da-te

Cheesecake vegetale con pesche e mandorle