Ricetta tipica della Lessinia: gnocchi di malga con ricotta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tra i tanti prodotti della cucina della Lessinia ci sono gli gnocchi di malga o “sbatui”(sbattuti) chiamati così, perché venivano proprio sbattuti a mano con farina e acqua bollente, nelle antiche malghe (costruzioni di montagna utilizzate nel periodo estivo per tenere il bestiame e produrre formaggi).

Oggi continuano a essere un piatto della tradizione molto sostanzioso e calorico. Nell’Azienda Agricola Remo Pavoni a Spiazzi di Caprino Veronese, gli gnocchi vengono serviti con la ricotta o con un mix di vari formaggi autoprodotti. Ecco come prepararli anche a casa (dosi per 4 persone).

Ingredienti:

Farina 500 g
acqua 400 ml
sale q.b
burro 150 g
salvia q.b.
ricotta o formaggi a piacere

Preparazione

Setacciate la farina e unite sale e acqua bollente poco alla volta fino a ottenere un impasto fluido. Fate riposare per qualche minuto e nel frattempo preparate l’acqua salata per cuocerli. Appena bolle, iniziate a formare gli gnocchi con il cucchiaio che dovranno essere subito messi in pentola. Fate cuocere per 15 minuti. Nel frattempo, fate sciogliere il burro, aggiungete la salvia e fatela abbrustolire. Nei piatti che servirete create un fondo con la ricotta e aggiungete gli gnocchi scolati versando un po’ di burro fuso. Mescolate e accompagnate con altra ricotta da versare al momento.

Dominella Trunfio

LEGGI anche:

Gnocchi fatti in casa: 10 ricette per tutti i gusti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook