Pomodori verdi schiacciati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pomodori verdi schiacciati. Non è un remake del famoso film americano che negli anni Novanta ebbe tanto successo – quei pomodori erano fritti – ma una ricetta a base di pomodori, semplice da preparare, per rendere più sfiziosi i vostri spuntini.

Adatto come antipasto per un pranzo domenicale, può diventare il pezzo forte di un simpatico aperitivo tra amici. In alternativa, si può accostare come contorno ad un secondo piatto a base di carne, pesce o formaggi. Ecco come si procede… Acquistate tre chili di pomodori verdi, ben integri e sodi, preferibilmente da un coltivatore biologico diretto (in questo modo potete risparmiare e avere più garanzie sulla qualità del prodotto); potete comprare sia il tipo allungato che quello rotondo, meglio se di piccola taglia.

Lavateli accuratamente con l’aggiunta di un po’ di bicarbonato di sodio, che diluirete nell’acqua, e risciacquateli con cura.

A questo punto tagliateli a metà, salateli con sale fino come fosse un’insalata, aggiungete della finocchiella e dei peperoncini interi secchi.

Poi, prendete un vaso di vetro o di coccio a bocca larga, accomodate ordinatamente i pomodori all’interno, facendo degli strati, e pressandoli bene con le mani in modo da non lasciare spazi vuoti tra uno e l’altro.

Coprite il tutto con un tappo di legno che entri all’interno del recipiente e ponetevi un peso, in modo da far pressione e schiacciare bene tutti i pomodori. Potete utilizzare una pietra di fiume, una bottiglia in vetro da due litri piena di acqua o un qualsiasi altro arnese che eserciti una certa pressione sul tappo.

Ricordate!

Questo passo è fondamentale per la riuscita della preparazione, perché la pressione con l’aiuto del sale permette all’acqua contenuta all’interno dei pomodori di fuoriuscire, dando così origine al processo di essicazione.

Lasciateli così per circa 24 ore, poi togliete il peso e il tappo, scolate molto bene l’acqua, tamponate accuratamente tutti i pomodori con uno strofinaccio fresco di bucato e riponeteli nuovamente nel vaso ricoprendoli di aceto.

A questo punto rimettete il tappo di legno e riponete nuovamente un piccolo peso assicurandovi che tutti i pomodori siano ben coperti.

Lasciate il tutto per altre 24 ore, poi scolateli definitivamente e strizzateli con le mani per far uscire tutta l’acqua.

La conservazione…

Non vi resta quindi che pressarli con le mani e conservarli in un barattolo, avendo cura di coprirli completamente con dell’olio extra vergine di oliva.
Trattandosi di una ricetta ecologica, che non prevede l’uso di conservanti artificiali, dovete assicurarvi che i pomodori siano sempre ben coperti d’olio; questo servirà ad insaporirli e a garantire una conservazione corretta e duratura.E come sempre…buon appetito!

Verdiana Amorosi
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook