@Chayapon Bootboonneam/123rf

Friggitrice ad aria: cos’è, differenze tra i modelli e quale scegliere per cucinare senza olio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutto sulla friggitrice ad aria, un elettrodomestico che sta diventando sempre più popolare. Scopriamo come si usa e come districarsi tra i vari modelli

La friggitrice ad aria è nota anche come friggitrice senza olio, è un elettrodomestico che consente di friggere gli alimenti, ma senza utilizzare grassi, come olio e burro. La friggitrice ad aria, infatti, cuoce sfruttando il calore accumulato nella camera di cottura.

Si tratta di un metodo di cottura sano, e dal risultato goloso molto simile alla classica frittura.

Cos’è una friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria è un elettrodomestico utile per friggere gli alimenti, ma in modo molto più sano e genuino. Sì, perché è ormai noto che il consumo abituale di alimenti fritti nei grassi non è salutare, poiché la frittura è carica di grassi saturi, oltre che pesante da digerire e molto calorica.

Quindi, un’alternativa valida per consumare cibo fritto, anche abitualmente, è utilizzare la friggitrice ad aria, ossia un accessorio che cuoce sfruttando il calore e l’aria per friggere in modo molto più salutare ed ecologico.

Inoltre, con questo innovativo elettrodomestico, vi è anche un risparmio in termini di tempo e olio; infatti, usando una friggitrice classica vi è un maggiore dispendio di gas per riscaldare la padella e di olio per friggere. In ultimo, si consumano anche il detersivo per stoviglie e diversi litri di acqua per poter pulire tutto. Oltre allo smaltimento dell’olio esausto della frittura

Ma come funziona la friggitrice ad aria? L’aria calda accumulata nella camera di cottura circola velocemente, raggiungendo temperature molto alte che, appunto, consentono la cottura. Questo meccanismo va a eliminare l’umidità dagli alimenti; il risultato? Un cibo croccante e asciutto.

Ma non solo per friggere! Questo elettrodomestico può essere utilizzato anche per cuocere velocemente dolci, biscotti e pietanze, sformati, ecc… al posto del classico forno evitando la fase di preriscaldamento e facendo, così, risparmiare tempo ed energia.

In pratica e riassumendo possiamo tranquillamente affermare che si tratta di un forno ventilato concentrato che permette in pochissimo tempo e senza necessità di preriscaldare di cuocere patate, verdure, pesce e tutto ciò che avreste fritto o cotto al forno, anche la pizza o una torta!

(Leggi anche: 5 alternative alla frittura per rendere i cibi gustosi e saporiti)

Ricette friggitrice ad aria

@Leung Cho Pan/123rf

Come usare la friggitrice ad aria per esaltarne i vantaggi

Per usare al meglio la friggitrice ad aria ti consigliamo di cuocere solo cibo fresco, evitando quello precotto o surgelato perché è già fritto in precedenza.

Inoltre, con questo elettrodomestico si possono realizzare non solo le fritture ma anche altre ricette, come crocchette, frittate, verdure, torte salate, ma anche cuocere il pesce e preparare ottimi dolci. 

Si può anche sfruttare semplicemente per scaldare gli alimenti già preparati, un po’ come il microonde, ma a differenza di quest’ultimo non va a seccare o ammorbidire troppo il cibo, ma ne esalta la croccantezza.

Come funziona una friggitrice ad aria

Come detto in precedenza, la friggitrice ad aria cuoce grazie alla camera di cottura dove l’aria circola talmente veloce da raggiungere temperature molto elevate.

Per cuocere il cibo non occorre immergerlo in olio come nella frittura classica, perché è l’aria, che raggiunge anche i 200°, a garantire una cottura uniforme e un risultato dorato, croccante fuori e assolutamente morbido all’interno.

(Leggi anche: Qual è il miglior olio per friggere? Quello d’oliva secondo un recente studio)

Quanto consuma una friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria in media consuma di più rispetto a una classica friggitrice con olio; il motivo? Per poter cucinare solo sfruttando l’aria calda e, quindi, senza grassi aggiunti, all’interno della camera di cottura circola un potente vortice di aria che raggiunge temperature elevate, anche fino a 200°; questo meccanismo comporta un dispendio in termini di energia.

Quindi, una  friggitrice ad aria può arrivare a consumare tra i 1300 e i 2000 Watt, a seconda delle dimensioni. Ovviamente, tutto dipende anche dal modello che si sceglie di acquistare; infatti, le tipologie più innovative, anche se molto capienti, riescono a mantenere i consumi tra ai 1500-1700 Watt.

Vantaggi e svantaggi

Cuocere con la friggitrice ad aria ha tantissimi vantaggi; ecco i principali:

  • Realizzare fritti più leggeri e salutari
  • Anche chi ha problemi di colesterolo può consumare fritti saltuariamente
  • Meno sporco e cattivi odori
  • Più pulito
  • L’olio non rischia di diventare tossico perché non raggiunge il punto di fumo (Leggi anche: oli vegetali, quali usare in base al punto di fumo)
  • Pulizia della friggitrice è semplice e rapida
  • Risparmio nelle quantità di olio utilizzate
  • I cibi mantengono inalterate tutte le loro proprietà

Tra gli svantaggi segnaliamo:

Il costo elevato, perché una friggitrice può arrivare a costare anche 400 euro per i modelli più accessoriati e versatili; ovviamente, vi sono anche prezzi intermedi e prodotti di fascia bassa a partire da 60/70 euro. Indicativamente, però sui 100/150 euro si riesce ad acquistare un buon prodotto, soprattutto se ci si orienta verso un modello “classico” a cassetto.

Un altro punto negativo è in termini di consumo energetico; infatti, questo elettrodomestico può arrivare a consumare dagli 800 ai 2.000 watt. E’ anche vero che la velocità di cottura permette di cuocere gli alimenti in tempi dimezzati (es. le patatine fritte si cuociono in circa 16/18 minuti) e se usato in alternativa al forno tradizionale, si risparmi anche sull’energia consumata per preriscaldare.

Differenze tra i vari modelli

Le friggitrici ad aria non sono tutte uguali; in commercio è possibile scegliere tra le seguenti tipologie:

  • tradizionale o a cassetto: questa tipologia ha un cestello che va dai 3,5 ai 6/7 litri. Possono essere digitali con diversi programmi preimpostati, oppure manuali e con manopole. A differenza dei modelli a fornetto, sono dotate di un cassetto frontale estraibile, ossia il cestello, in cui introdurre il cibo.
  • a fornetto: questi modelli hanno un cestello che può arrivare a contenere fino ai 10/12 litri. Il design ricorda proprio quello di un forno, perché sono dotati sportello. La maggior parte dei modelli a fornetto sono provvisti dello spiedo per cuocere, ad esempio, un pollo arrosto,  dei ripiani e un vassoio raccogli grasso sul fondo. Le friggitrici ad aria a fornetto, inoltre, sono adatte anche per essiccare gli alimenti. 
  • multifry: si tratta di modelli più avanzati che oltre alla classica frittura, consentono la preparazione di altri cibi come risotti, cous cous, stufati, pizze, torte salate e dolci. Solitamente questi modelli costano di più, sono molto più versatili, ma meno potenti 

Friggitrice ad aria: come scegliere il modello ideale

Prima di procedere con l’acquisto è bene osservare le caratteristiche dei vari modelli in commercio, in modo da avere una panoramica generale sui diversi prodotti e confrontarli con le proprie esigenze. Se in famiglia siamo 4 persone, ad esempio, conviene indirizzarsi su modelli con una capienza più elevata (solitamente le friggitrici ad aria a cassetto in commercio variano dai 3,5 Kg – adatto per 2 persone) ai 6,5 kg, mentre i modelli ” a fornetto” con caricamento verticale arrivano fino a 10-12 kg.

Altro elemento da considerare è la potenza: maggiore sarà questa, minore saranno e tempi di cottura, ma aumenteranno i consumi e la croccantezza dei cibi. In generale una buona friggitrice ad aria dovrebbe avere almeno 1600 kw/ora.

Riassumendo, le caratteristiche principali da osservare sono prima di comprare una friggitrice ad aria sono:

  • Temperatura massima che non deve essere inferiore ai 200°
  • La temperatura deve poter essere regolabile
  • Forma e dimensioni
  • Modalità di caricamento del cestello, se è orizzontale o verticale
  • Potenza per valutarne i consumi 
  • La presenza di un timer 
  • Capacità del cestello 
  • Tempi di riscaldamento (non più di 3 minuti)
  • Presenza o meno di accessori extra
  • Numero di resistenze utilizzate per cuocere (una o due)

I costi variano da un minimo di 70 a un massimo di 400 euro; i modelli più avanzati e tecnologici sono in grado di raggiungere anche i 1800 Watt di potenza e, solitamente, sono dotati di un ampio cestello, di timer digitali e vari programmi di cottura.

Friggitrice ad aria: marche e modelli migliori:

  • Innsky 5.5L Friggitrice ad aria calda IS-EE003: si tratta di una friggitrice classica con un cestello di circa 5 litri e mezzo, che consente di cucinare anche per un grande numero di persone perché riesce a contenere anche un intero pollo. E’ dotata di ben 8 funzioni preimpostate di facile utilizzo, un timer integrato impostabile fino ai 60 minuti e un ricettario per cucinare diverse pietanze. Il prezzo si aggira intorno ai 130 euro.
innsky

Credits Photo: @Innsky/Innsky 5.5L Friggitrice ad aria calda IS-EE003

  • Princess Digital Aerofryer XL 182020: la sua principale caratteristica sono i 7 diversi programmi selezionabili sul display touch screen. Ma non è tutto, perché con questo elettrodomestico si possono realizzare diverse pietanze, in quanto consente di grigliare, arrostire, fare pane e dolci. La più economica: circa 90 euro.
princess

Credits Photo: @Princess/Princess Digital Aerofryer XL 182020

  • Uten friggitrice ad aria calda: questo modello tradizionale ha una capienza di ben 6 litri e mezzo. Inoltre, è dotata di 8 programmi di funzione preimpostati, touch screen LED, cestello circolare staccabile e antiaderente. Questa friggitrice è lavabile in lavastoviglie, e raggiunge una potenza di circa 1800W. Il costo contenuto intorno ai 110 euro.
uten

Credits Photo: @Uten/Uten friggitrice ad aria calda

  • Tristar FR-6964: modello a fornetto dalla capienza fino a 10 litri; ideale per grandi famiglie. Dotata di 10 programmi preimpostati per cucinare molti alimenti, non solo fritture ma anche dolci. L’interno della friggitrice è un vero e proprio forno, perché ha anche due ripiani estraibili, oltre al cestello. Costo: 104 euro.
tristar

Credits Photo: @Trista/Tristar FR-6964

  • Philips Friggitrice AirFryer HD9216/80: è un modello di fascia alta con timer e dalla tecnologia brevettata, che consiste in un turbine di aria calda all’interno dell’area di cottura per friggere, grigliare e cuocere al forno. E’ una friggitrice multifry davvero innovativa e di ultima generazione, una delle migliori presenti sul mercato. Costo: intorno ai 110 euro.
philips-friggitrice

Credits Photo: @Philips/Philips Friggitrice AirFryer HD9216/80

  • De’Longhi FH1394/2 Multicooker: si tratta di un modello multicooker dal prezzo abbastanza elevato, circa 270 euro, dotato di cottura rapida salva tempo, solo 27 min per 1 kg di patatine congelate. Inoltre, è dotata di 3 funzioni speciali (forno, padella e grill) e 4 ricette preimpostate.

delonghi

Credits Photo: @De’Longhi/De’Longhi FH1394/2 Multicooker

  • Tefal ActiFry Genius XL: un prodotto innovativo, il cui costo si aggira intorno ai 200 euro. Tecnologia esclusiva moto dual in grado di garantisce risultati di cottura perfetti tramite la combinazione di aria calda e un agitatore automatico. Tra le caratteristiche troviamo un ricettario, 9 impostazioni di menu automatico, diversi metodi di cottura, non solo fritto, ma anche dolci, snack, pasticceria e polpette di carne e verdure.

tefal

Credits Photo: @Tefal/Tefal ActiFry Genius XL

Ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Incendi Sardegna 2021

Le immagini, le storie e i numeri degli incendi che stanno devastando l’isola mettono i brividi

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook