@Halocraft/123rf

Friggitrice ad aria: i 9 errori più comuni da evitare per ottenere un cibo croccante e salutare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La friggitrice ad aria consente di ottenere una frittura dorata e croccante, ma solo se usata correttamente. Ecco gli errori più comuni da evitare

La friggitrice ad aria è divenuta uno degli elettrodomestici più venduti e usati di sempre. Comoda e pratica, si presta a diverse preparazioni, ma la stai sfruttando correttamente? Ecco i 9 errori più comuni che si fanno con la friggitrice ad aria.

Saltare il preriscaldamento per la cottura dei cibi freschi

Quando cucini cibi non precotti, come carne, pesce, verdure o patate, il preriscaldamento è un procedimento fondamentale perché ti assicura la cottura ottimale, dorata e croccante fuori, dei cibi freschi.

Utilizzo di pastelle 

La friggitrice ad aria non è come una friggitrice classica. Se si inseriscono gli alimenti ricoperti da una pastella che cola, il rivestimento scivolerà nel cestello e si staccherà totalmente dal cibo.

Riempire troppo il cestello

Un altro errore comune è riempire troppo il cestello. E’ importante garantire che gli ingredienti abbiano spazio tale da consentire all’aria di circolare in modo efficiente, per avere un cibo croccante, anziché cotto a vapore.

Infatti, l’eccessivo riempimento del cestello provoca una cottura e una doratura non uniformi. (Leggi anche: 5 alternative alla frittura per rendere i cibi gustosi e saporiti)

Non girare gli alimenti

Usare una friggitrice ad aria non è così semplice, per usarla correttamente e avere un cibo croccante e dorato in modo uniforme è consigliabile girarlo costantemente. Alcuni modelli hanno un’impostazione programmata che emette un segnale acustico per ricordarti di girare il cibo; in caso contrario ti consigliamo di impostare un timer.

Non pulirla correttamente

Per ottenere i migliori risultati, occorre mantenere pulita la friggitrice ad aria. Perché? Qualsiasi residuo o briciola può bruciare così come l’olio avanzato, ciò influenzerà il sapore del cibo, darà cattivo odore alla cucina e può rappresentare anche un rischio di incendio.

Quindi, dopo ogni utilizzo è bene pulire intorno alla ventola e l’interno dell’unità con un panno in microfibra. Farlo mentre è ancora calda facilita anche il procedimento. Non dimenticare di controllare il manuale per vedere se gli accessori sono lavabili in lavastoviglie o devono essere lavati a mano. (Leggi anche: Friggitrice ad aria, come pulirla? Trucchi e consigli per mantenerla sempre al massimo dell’efficienza)

Non dare all’apparecchio lo spazio adeguato

Poiché le friggitrici ad aria sono essenzialmente versioni piccole dei forni in modalità ventilata, richiedono spazio e ventilazione durante l’uso. Il consiglio è di dedicarle uno spazio appropriato, per consentire il flusso d’aria intorno all’apparecchio, e posizionarla su una superficie stabile e resistente al calore.

Aggiungere olio quando non è necessario

Le friggitrici ad aria promettono cibi fritti e gustosi senza olio, soprattutto per i cibi precotti.

Tutti gli alimenti surgelati e confezionati come patatine, pollo o pesce non richiedono olio poiché è già presente; tuttavia, per gli ingredienti freschi, come le patatine fatte in casa o la carne, un po’ di olio può favorirne la doratura. Per usare pochissimo olio e ottenere un piatto gustoso e sano, usa uno spray. (Leggi anche: Come smaltire e riciclare correttamente l’olio esausto della frittura)

Non asciugare il cibo 

L’umidità è il più grande nemico quando si tratta di friggere ad aria, perché fa cuocere il cibo a vapore e ne riduce la croccantezza. Per favorire la doratura, quindi, il consiglio è asciugare tamponando con un foglio di carta assorbente.

Avere aspettative non realistiche

Infine, anche se le friggitrici ad aria hanno i loro vantaggi non fanno miracoli. Occorre tener presente che non possono cucinare assolutamente tutto, per cui è necessario sapere quali sono gli ingredienti adatti a questo elettrodomestico, in quanto vi sono alcuni cibi nati per essere fritti alla vecchia maniera, in padella o in friggitrice.

Seguici su TelegramInstagram  |Facebook |TikTok |Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook