© Przemek Iciak/Shutterstock

Come dovresti lavare i broccoli: trucchi per eliminare completamente vermi e parassiti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono finalmente tornati di stagione cavoli e broccoli, alimenti buoni e particolarmente sani. Oggi non ci soffermiamo però sulle loro proprietà quanto sui “trucchi” per lavarli correttamente in modo da eliminare eventuali vermi e parassiti rimasti nascosti tra la verdura.

Avete notato come la consistenza dei broccoli sia particolarmente fitta? Soprattutto se li compriamo biologici o non trattati (cosa che vi consigliamo) questi potrebbero nascondere all’interno vermi, bruchi e parassiti che hanno attaccato la pianta e sono rimasti lì anche nel momento in cui è stata raccolta. Tra i più frequenti vi è la tignola della crucifere (Plutella xylostella).

Niente di grave o pericoloso per la nostra salute ma sicuramente sgradito considerando che poi la verdura la mangiamo. Meglio quindi lavare con cura i broccoli per eliminare l’eventuale presenza di “ospiti”, alcuni dei quali possono anche essere impercettibili all’occhio umano.

Non basta semplicemente sciacquare il broccolo sotto l’acqua corrente dopo averlo sommariamente capato. Se volete essere sicuri di eliminare ogni traccia di vermi e parassiti dovete fare qualche passaggio in più (ma niente di impegnativo).

Come lavare correttamente i broccoli

Innanzitutto è bene acquistare broccoli biologici e imparare a sceglierli freschi. Come? Basta guardare il colore che deve essere verde scuro. Se invece inizia a virare verso il giallo vuol dire che il broccolo inizia a rovinarsi.

Prima di lavarli, va eliminata la parte più dura del fusto, tutto il resto del broccolo va invece diviso: tagliate il gambo nel senso della lunghezza e al centro in pezzi più piccoli in modo da formare tanti piccoli “alberi”, avendo cura di eliminare eventuali parti scolorite o danneggiate.

broccoli tagliati

© Nataliia Zhekova/Shutterstock

Bisogna poi mettere tutto in una bacinella riempita con 3 tazze d’acqua e 1 tazza di aceto. In alternativa potete utilizzare un cucchiaino di sale ogni 2 litri d’acqua.

Lasciate riposare il broccolo nella soluzione per almeno 10 minuti ma meglio arrivare a circa 20, poi risciacquare con acqua fredda. Se l’avete in casa, utilizzate una spazzola a setole morbide per pulire ancora meglio il vostro broccolo sotto l’acqua.

broccoli bacinella

© Ahanov Michael/Shutterstock

Ora non resta che cucinarli, per mantenere intatte tutte le proprietà nutritive di queste preziose crucifere è bene scegliere la cottura a vapore.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook