Affumicare in casa: ecco come si fa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per dare ai cibi quel sapore intenso e persistente, tipico dell’affumicato, non è indispensabile acquistare alimenti pronti o andare al ristorante. Possiamo realizzare l’affumicatura in casa: un modo semplice, economico ed ecologico per impreziosire e rendere più gustosi i vostri piatti preferiti.

IL PROCEDIMENTO

Come prima cosa dobbiamo individuare un luogo adatto. Naturalmente la soluzione ottimale sarebbe l’utilizzo di una stanza della nostra casa ma, vista la dimensione sempre più limitata degli spazi abitativi, possiamo tranquillamente servirci del nostro caro vecchio forno, che deve essere rigorosamente spento. Ci occorrerà infatti solo come camera…affumicatrice.

COSA OCCORRE: padella forata e carbonella ecologica
Come prima cosa posizionate sul fornello della cucina una padella con i buchi sul fondo, una di quelle che si usano per abbrustolire le castagne, e lasciatela sul fuoco fino a quando non diventa rovente.
A questo punto metteteci della carbonella ecologica, aggiungete erbette a piacere, come rosmarino, alloro, lavanda, un po’ di paglia per fare del fumo e un cucchiaio di zucchero, che getterete direttamente sulla brace.

Coprite il tutto con un coperchio e poggiatelo sul fondo del forno.

Nel ripiano superiore mettete una teglia con ghiaccio e al di sopra un altro contenitore forato dove disporrete i cibi che volete affumicare (ad esempio carne, salmone o pesce in generale, olio) aggiungendo del sale.

salmone_affumicato1

RICORDATE!
Per avere una buona affumicatura
dovete lasciar passare quattro ore durante le quali dovrete togliere, di tanto in tanto, le erbe ormai bruciate e riscaldare nuovamente la brace.

Al termine dell’affumicatura dovrete creare una miscela per il raffreddamento: riempite un grande contenitore con un litro di acqua, due chili di ghiaccio e un chilo di sale grosso; quindi mettete i pezzi di carne/pesce in un sacchetto per alimenti da congelazione e immergete tutto nella salamoia fredda che avete preparato. Seguendo questo procedimento in breve tempo la temperatura si abbasserà sensibilmente.

A questo punto i vostri cibi affumicati saranno pronti!

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook