Dieta mediterranea: apprezzata all’estero ma sconosciuta in Italia

dieta_mediterranea_italiani

Gli italiani non conoscono veramente la dieta mediterranea. Hanno a portata di mano alimenti sani e genuini, come olio extra vergine di oliva, pane lievitato naturalmente, pomodori e pasta, ma spesso non ne sono consapevoli e così finiscono per adottare uno stile alimentare poco mediterraneo (e anche poco salutare) facendo spesso molta confusione sulle proprietà e le caratteristiche dei cibi.

È quanto rivela una ricerca effettuata dal Dipartimento di Medicina Interna, dell'Invecchiamento e Malattie Nefrologiche dell'Università di Bologna, presentata durante il Congresso Nazionale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare (SIPREC).

Se da un lato le esportazioni italiane di olio extra vergine di oliva, passata di pomodoro e pasta registrano un forte aumento verso i Paesi esteri, gli italiani si dimostrano invece poco consapevoli delle proprietà dei loro cibi.
Un esempio?
Secondo alcuni intervistati dai ricercatori dell’università bolognese, le proteine si trovano nelle verdure, mentre il pane è ricco di colesterolo e se l'80% del campione dichiara di conoscere la dieta mediterranea, sono poi ben 6 intervistati su 10 a commettere errori nel definire le proprietà basilari degli alimenti, a sbagliare gli abbinamenti tra i cibi e ad evidenziare una scarsa conoscenza delle proprietà nutritive di ciò che mangiano.

Insomma, nonostante tutte le campagne di informazione e sensibilizzazione sulla dieta mediterranea gli italiani conoscono ben poco sul loro cibo quotidiano.

In compenso, all’estero i cittadini sono molto più informati e – secondo la Coldiretti – lo scorso anno l’esportazione dei prodotti italiani ha raggiunto un valore di 200 miliardi di euro e un +13% rispetto all’anno precedente. Un fenomeno che si è accentuato soprattutto dopo che gli alimenti e i principi base della dieta mediterranea sono stati dichiarati patrimonio immateriale dell'umanità dall'UNESCO.

"Il problema di tutti sembra essere l'incapacità di avere una visione globale della propria alimentazione" – ha commentato Massimo Volpe, presidente SIPREC.

Insomma, gli italiani possono avere il meglio dell’offerta nutrizionale, sia per qualità che per varietà, ma purtroppo ancora non lo sanno!

Verdiana Amorosi

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

corsi pagamento
seguici su facebook