congelare frutta verdura

Come congelare al meglio la frutta e la verdura? Congelare la frutta permette di averla sempre a disposizione per la preparazione dei frullati, anche quando non è di stagione. Il congelamento della verdura è utile soprattutto se si devono gestire con rapidità grandi quantità di ortaggi, magari provenienti dal proprio orto.

La verdura congelata permette di togliersi qualche sfizio fuori stagione nella preparazione dei piatti da portare in tavola. Con il surplus del raccolto di frutta e verdura potrete preparare confetture, composte dolci o salate, conserve sott'olio, sott'aceto o al naturale, in acqua e sale. Se avete però la necessità di ricorrere al freezer, soprattutto per evitare gli sprechi, ecco per voi alcuni consigli e trucchi utili. Attendiamo anche i vostri suggerimenti.

1) Contenitori

Uno degli aspetti principali del congelamento di frutta e verdura riguarda la scelta dei contenitori. I contenitori di plastica devono essere adatti per gli alimenti, così come i contenitori in alluminio. La soluzione migliore è rappresentata però dai contenitori in vetro, sia per la frutta e la verdura (contenitori quadrati o rettangolari), che per le salse (barattoli di vetro). I contenitori in vetro non si macchiano, mantengono inalterati gli alimenti e non assorbono gli odori. Scegliete le dimensioni dei contenitori in base alla quantità delle porzioni di frutta o verdura che vi servirà utilizzare in cucina.

Leggi anche: Plastica e alimenti: come riconoscere le materie plastiche da non usare mai con i cibi

2) Teglia da forno

Per congelare la frutta, un trucco che permette che le varie parti o i frutti stessi, come fragole e lamponi, non aderiscano troppo tra loro, consiste nel disporli dapprima su di una teglia (o su di un vassoio) ricoperta di carta da forno, separati l'uno dall'altro. La teglia deve essere riposta in freezer fino al congelamento della frutta, che solo in seguito verrà suddivisa nei contenitori prescelti.

3) Lessare gli ortaggi

Alcuni ortaggi si conservano meglio se prima del congelamento vengono leggermente lessati o scottati. Prima di congelarli, dovrete raffreddarli rapidamente, dopo la breve cottura, sotto l'acqua del rubinetto. Parliamo soprattutto di broccoli, bietole, fagiolini, melanzane, piselli, pomodori, zucca e zucchine. I fagioli, invece, non richiedono alcuna preparazione, devono dunque semplicemente essere congelati freschi. Le zucchine e i peperoni possono essere congelati anche crudi. È possibile consultare online una tabella completa in proposito.

4) Succo di limone

La frutta può essere congelata al naturale oppure può essere cosparsa con un po' di succo di limone, dopo averla lavata e affettata, per evitare che annerisca nell'attesa di essere congelata. Il consiglio è di congelare la frutta quando raggiungerà la propria completa maturazione.

5) Tempi di conservazione

Ricordate di rispettare i tempi di conservazione della frutta e della verdura congelata. Non dimenticate dunque di indicare sulle confezioni la data del congelamento. In questo modo organizzerete meglio l'utilizzo delle vostre scorte in cucina. Per la frutta e la verdura i tempi indicativi di conservazione sono di 12 mesi.

6) Sminuzzare

Ricordate sempre di sminuzzare gli ortaggi prima di surgelarli. Ci riferiamo soprattutto alle zucche, alle zucchine, alle carote e alle melanzane. Si tratta di tipologie di verdure che risulteranno particolarmente adatte per la preparazione dei minestroni o delle vellutate durante l'inverno. I cubetti di verdura più piccoli si scongeleranno e cuoceranno più in fretta.

7) Cottura al vapore

La cottura al vapore è un'alternativa alla lessatura per scottare brevemente gli ortaggi che lo richiedono prima del congelamento. Gli ortaggi, tranne quelli a foglia, potranno essere riscaldati al vapore per pochi minuti prima di essere surgelati. Si tratta di un'operazione che, come la lessatura, aiuta ad eliminare eventuali germi e batteri grazie al calore.

LEGGI anche: Cottura a vapore: vantaggi e strumenti

8) Frutta molto matura

frutta-congelata

Se la frutta è molto matura e prevedete di non riuscire a consumarla a breve, non gettatela. Preparate una purea di frutta e congelatela nei contenitori per i cubetti di ghiaccio. Potrete utilizzarla in seguito nella preparazione dei frullati, come ingrediente aggiuntivo e rinfrescante.

LEGGI anche: Come utilizzare e conservare al meglio la frutta e la verdura matura

9) Scongelare

Lasciate scongelare la frutta e la verdura dopo aver trasferito i contenitori in cui sono state conservate in frigorifero. Potrete anche versare frutta e ortaggi congelati in uno scolapasta da appoggiare su di una ciotola e da lasciare riposare in frigorifero. A seconda dell'utilizzo che ne farete, potrete portare a cottura gli ortaggi congelati direttamente tramite ebollizione. Si tratta di una soluzione rapida per la preparazione delle vellutate, con particolare riferimento a zucca e zucchine. Non ricongelate mai la frutta e la verdura già scongelata.

10) Non congelare

Poiché risultano troppo ricchi d'acqua, si sconsiglia di congelare, per quanto riguarda la frutta, anguria, melone o ananas, che possono essere però utilizzati per preparare sorbetti e granite. Per lo stesso motivo, anche alcuni ortaggi non possono essere congelati. Si tratta di insalata, cetrioli, cipolle, sedano e di tutte le verdure che di solito vengono consumate crude oppure che risultano molto ricche d'acqua.

Marta Albè

Fonte foto: mpnintertrade.com

Leggi anche:

Tutte le astuzie per congelare frutta, verdura e erbe aromatiche

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram